ForteMente

EDI in collaborazione con la Società Italiana di Psico-Oncologia ha dato il via a “ForteMente”: un progetto di sensibilizzazione della comunità scientifica e delle Istituzioni sul ruolo fondamentale dello psico-oncologo, all’interno delle breast unit e delle unità di oncologia ospedaliere, nel fornire alla paziente con tumore al seno metastatico il necessario supporto per compiere il proprio percorso terapeutico.

Le conseguenze psicologiche del tumore al seno metastatico sono particolarmente rilevanti; frequente causa di rottura con il partner e di abbandono dell’attività lavorativa, possono provocare la perdita della stima di sé, un senso di vergogna per la propria situazione e un conseguente isolamento. Nei centri di senologia attualmente attivi solo pochi prevedono uno psiconcologo, peraltro a disposizione delle pazienti a tempo parziale.

Per documentare la reale necessità della figura dello psiconcologo all’interno del percorso di cura della paziente con tumore al seno metastatico SWG ha condotto un’indagine tra pazienti e caregivers, i cui risultati verranno presentati durante un evento istituzionale in Senato.

Grazie al supporto

non condizionante di

Novartis e Celgene

     

Voltati. Guarda. Ascolta.

Ancora oggi le donne con tumore al seno metastatico non trovano sufficiente supporto e l’assistenza di cui hanno bisogno. Questa circostanza le spinge in una particolare condizione non solo clinica, ma anche psicologica e sociale, che può comportare emarginazione e senso di solitudine. L’obiettivo della campagna di sensibilizzazione “Volta. Guarda. Ascolta.”, lanciata nel 2017 e ripetuta nel 2018, è dare voce a queste donne, portando in primo piano esperienze, difficoltà ed emozioni. Aiutando molte altre donne e facendo comprendere a tutti cosa significhi convivere con questa patologia. Le tre storie che meglio si prestano a essere veicolate in forma scritta, orale e cinematografica sono pubblicate in altrettanti libricini stile “millelire” e narrate dalla voce di attrici professioniste. Una di queste farà inoltre da spunto per la sceneggiatura di un cortometraggio.

Indagine sui bisogni delle pazienti

Su iniziativa di Francesca Balena, già membro del consiglio direttivo, tra il 2012 e il 2013 Europa Donna Italia ha condotto, insieme all’istituto Eurisko, un’indagine sui bisogni delle pazienti con tumore al seno metastatico. Due gli obiettivi principali: accendere i riflettori sul loro vissuto, sulle difficoltà che incontrano nel quotidiano, sui loro bisogni e le loro paure; secondo, individuare gli strumenti per migliorare l’approccio terapeutico e i servizi che le possano supportare. L’indagine è stata presentata alla poster session della nona European Breast Cancer Conference (EBCC9, Glasgow 19-21 marzo 2014), il più importante appuntamento scientifico europeo dedicato ad aggiornamento e confronto sul tumore al seno.