Chemio: se posso la evito

Per alcuni tipi di tumore, la chemioterapia può salvare la vita. Tuttavia in certi casi può essere evitata: i test genomici indicano quando è possibile farne a meno. Dal 2021, questi esami sono gratuiti poiché è stato istituito un finanziamento nazionale. Tuttavia, le Regioni non possono utilizzarlo finché il Ministero della Salute non emanerà un decreto attuativo. Europa Donna Italia ha lanciato la campagna “Chemio: se posso la evito” affinché i test genomici siano al più presto resi disponibili in tutte le Regioni. Video, Hashtag, condivisioni alimenteranno una social challenge che invaderà i social per invitare le persone (medici, pazienti, cittadine e cittadini) a sottoscrivere la petizione online da inviare alle Regioni. Il 22 gennaio 2021 sarà pubblicato il sito di raccolta firme.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio da AIOM, Cittadinanzattiva, EURAMA, Fondazione Insieme Contro il Cancro, Fondazione The Bridge, Senonetwork e SIAPEC.

logo_test_genomici_trasparente

Ora pOsso

Ora pOsso è una campagna di sensibilizzazione sulla fragilità ossea promossa da Europa Donna Italia e Amgen, sotto l’egida della FIRMO e con il sostegno di CONI, Fondazione AIOMSIOMMS, SIE e Women for Oncology. La terapia ormonale adiuvante del tumore al seno ha rivoluzionato la cura di questa malattia, perché offre un elevato grado di protezione verso il rischio di recidiva. Tuttavia, essa comporta la radicale riduzione degli estrogeni e dunque dà luogo a un importante indebolimento della struttura scheletrica: una paziente su 4 subisce le conseguenze della fragilità ossea indotta dalle terapie ormonali con inibitori dell’aromatasi.

CAMPAGNA 2020-21

Quali novità nella terza edizione? Un calendario mensile di dirette sulla nostra pagina facebook per approfondire con gli specialisti nuove tematiche legate alla fragilità ossea e al suo impatto sulla qualità della vita; un programma per supportare le pazienti ad affrontare in modo pragmatico ed efficace il colloquio con l’oncologo. Ampio spazio all’esercizio fisico, con il nuovo programma Training Ora posso, realizzato da Progress Lab: un percorso di attività motoria con trainers specializzati nell’esercizio fisico per le donne con tumore al seno e dedicato alla community Ora pOSSO.

Riconoscimento U.V. al Laudato Medico

Il “Riconoscimento Umberto Veronesi al Laudato Medico” è stato istituito nel 2017 per preservare l’eredità umana del professor Umberto Veronesi fatta di accoglienza, ascolto, comunicazione e vicinanza al paziente. Il riconoscimento nasce affinché questa concezione dell’essere medico diventi una pratica sempre più diffusa e condivisa da tutti gli specialisti che, in team, quotidianamente si occupano delle donne affette da tumore al seno, delle cure da prescrivere per la loro guarigione e della loro qualità di vita. Ogni anno, dal 1° al 31 ottobre, le pazienti residenti in Italia che hanno, oppure hanno avuto, un tumore al seno possono segnalare sul sito di Europa Donna Italia i medici che gli sono stati più vicino durante il percorso di cura. Il riconoscimento viene quindi assegnato su giudizio delle pazienti e consegnato nel corso di una cerimonia in data 28 novembre, anniversario della nascita del Professore.

Dammi la mano

L’obiettivo del progetto “Dammi la mano” è fare luce sulle figure silenziose che stanno accanto alle donne con il tumore al seno. Chi sono i caregiver, come fanno a sopportare lo stress e la complessità che derivano dal dover ogni giorno affiancare la donna colpita dalla malattia? Con questo progetto Europa Donna Italia vuole prendersi cura di chi cura, quindi dei mariti, dei compagni, delle compagne, delle sorelle, delle figlie, degli amici.

(Un minuto) per saperne di più

Sviluppato con il contributo incondizionato di Avon, “(Un minuto) per saperne di più” parte dall’idea del di più: più prevenzione, più profondità, insieme di più. Il progetto è un percorso a tappe scandito da otto video pillole che propongono dati, raccomandazioni semplici ma puntuali nonché due approfondimenti dedicati alla prevenzione attraverso lo stile di vita e la cura all’interno delle Breast Unit. Attraverso questi, nei mesi di ottobre e novembre 2020, le consulenti Avon, oltre a condividere con le clienti le proprie conoscenze, sono divenute delle vere e proprie ambasciatrici del nastro rosa, promuovendo l’importanza della prevenzione del tumore al seno.

Tumore al seno e Covid-19

Nonostante la serrata generale, durante la pandemia le associazioni di volontariato in senologia hanno continuato a garantire alcuni servizi di supporto alle donne con tumore al seno. Europa Donna Italia ha condotto un’indagine nella propria rete per monitorarne l’attività.

In questo contesto, le pazienti affette da carcinoma mammario o semplicemente le donne che devono aderire alle chiamate regionali per lo screening mammografico, hanno affrontato momenti di incertezza e di paura per non avere accesso, o avere accesso limitato, alle cure di cui hanno bisogno.

Europa Donna Italia ha messo a disposizione di tutti i risultati del monitoraggio dei servizi attivi o sospesi nelle Breast Unit.

iAMGENius

Da sempre, Europa Donna Italia è convinta che la persona debba essere protagonista e non spettatrice della cura. Per questo motivo, insieme all’Associazione Italiana contro le Leucemie (AIL), ha aderito all’iniziativa iAMGENIUS che ha come obiettivo l’umanizzazione dei percorsi terapeutici. Fino al 30 settembre tutte le donne pazienti che hanno o hanno avuto un tumore al seno potranno segnalare, sulla piattaforma dedicata, le difficoltà e gli ostacoli incontrati durante la malattia. iAMGENIUS raccoglie le esigenze espresse dai pazienti, le valuta attraverso una giuria di esperti e condivide con giovani creativi quelle che possono essere tradotte in progetti digitali.

I due migliori – uno per i tumori solidi e uno per i tumori del sangue – saranno premiati e potranno prendere forma in innovazioni in grado di migliorare la qualità di vita di molti pazienti.