“Voltati. Guarda. Ascolta.”: una campagna per le donne con tumore al seno metastatico

11 maggio 2017 - Milano

Europa Donna Italia e Fondazione AIOM-Associazione Italiana di Oncologia Medica collaborano alla realizzazione di “Voltati. Guarda. Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico”, una campagna nazionale di sensibilizzazione – promossa da Pfizer e presentata oggi a Milano con una conferenza stampa – per dare voce alle donne che convivono con il tumore e sconfiggere paure e tabù attraverso la forza del racconto diretto della malattia. La diffusione in forma scritta e orale delle storie delle donne avverrà tramite volumetti, eventi di piazza e passaggi radiofonici. Tra i protagonisti dell’iniziativa, le aderenti all’associazione nazionale “Noi ci siamo-Tumore al seno metastatico”.

Per approfondimenti visita il sito http://www.voltatiguardaascolta.it/ e scarica il comunicato stampa_VGA

 

“La diagnostica senologica: competenze, comunicazione e responsabilità”

10-12 maggio 2017 - Grado

Europa Donna, nella persona di Stefania Migliuolo coordinatrice delle relazioni con il mondo medico-scientifico, è intervenuta al convegno Nazionale della Sezione di senologia della SIRM., la Società italiana di Radiologia medica, con una relazione dal titolo eloquente: “Le donne in-pazienti”. La Dottoressa Migliuolo ha presentato le nostre iniziative di advocacy per accelerare l’avvio delle Breast Unit in tutta Italia e in particolare il nostro video-appello alle Istituzioni, realizzato con la collaborazione delle associazioni del territorio e delle Società scientifiche.

Per approfondimenti Cogresso Senologia SIRM_Grado

Una misura di Performance dei SSR – V edizione

10 maggio 2017 - Roma

Europa Donna fa parte del panel di esperti a supporto del progetto “Una misura di performance dei SSR” del C.R.E.A. (Consorzio per la Ricerca Economica Applicata in Sanità, dell’Università Roma Tor Vergata), che ha l’obiettivo di contribuire alla valutazione della performance dei servizi sanitari regionali e, parallelamente, allo sviluppo di metodologie di valutazione che incorporino le differenti visioni e priorità dei diversi stakeholder del sistema (associazioni pazienti, politici, tecnici, manager aziendali, rappresentanti delle industrie, professionisti, etc.). Al primo panel meeting della 5° edizione del progetto ha partecipato quest’anno il nostro Consigliere Carlo Naldoni.

Per approfondimenti http://www.creasanita.it/index.php/it/performance-ssr

Scarica il programma CREA programma 10 maggio

Insieme per la prevenzione – L’importanza del prendersi cura di sé

9 maggio 2017 - Segrate

Un incontro di sensibilizzazione e informazione sul tumore al seno, la prevenzione individuale e la diagnosi precoce, dedicato alle famiglie e alla popolazione del Comune di Segrate. La serata è stata voluta dall’Associazione Genitori di Milano 2 in ricordo della giovane mamma Alessandra Manni, per trasmettere il messaggio della consapevolezza riguardo alla malattia e alle strategie di prevenzione e per offrire un contributo alle attività di Europa Donna Italia. Ringraziamo tutti i partecipanti per la loro generosità a sostegno della nostra missione! Inoltre ringraziamo l’Hotel NH di Milano 2 per averci ospitato.

Per approfondimenti scarica la locandina qui: Segrate 9 maggio

Conoscere per partecipare alla cura

21 aprile 2017 - Genova

Primo appuntamento una serie incontri in-formativi organizzati a livello regionale da Europa Donna Italia, in collaborazione con le associazioni di volontariato che assistono le pazienti di tumore al seno sul territorio, per fornire alle donne, ai loro familiari e ai care-givers le conoscenze essenziali sulla patologia e sulle modalità di cura, attraverso il confronto diretto con gli specialisti che operano nei centri di senologia multidisciplinari della Regione. All’evento, organizzato in collaborazione con le Associazioni che compongono la delegazione regionale Europa Donna-Liguria – La Rinascita-Lilt di Sanremo, Cuore di Donna-Valbormida, PerLaDonna di Genova e La Fenice-Lilt di La Spezia – hanno partecipato i coordinatori delle breast unit della Liguria. Per approfondimenti: http://la.repubblica.it/saluteseno/news/tumore-al-seno-chi-sa-si-cura-meglio/6087/

Nasce Europa Donna Umbria

8 aprile 2017 - Umbertide

Le tre associazioni iscritte ad Europa Donna Italia della Regione Umbria – Punto Rosa di Assisi, Donne Insieme di Foligno e Terni x Terni Donna di Terni – si sono radunate oggi ad Umbertide, in provincia di Perugia, e hanno dato vita a Europa Donna-Umbria, su esempio e modello di Europa Donna-Liguria ed Europa Donna-Sicilia. Si è quindi costituita la terza delegazione regionale della grande famiglia di Europa Donna Italia.

Io non T.E.M.O. perché so

8 aprile 2017 - Camogli

Obiettivo del convegno sui tumori ereditari della mammella e dell’ovaio “Io non temo – Sapere per poter scegliere”, organizzato dalla sezione di Genova della Lilt in collaborazione con ABRCAdaBRA Onlus presso il Teatro Sociale di Camogli, era fornire al pubblico informazioni il più possibile complete e comprensibili, oltre a offrire un momento formativo per medici e infermieri. Durante il convegno, aperto dall’Assessore alla salute e Vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale, sono state anche presentate e discusse le recenti linee guida regionali sulla gestione delle pazienti affette da questi tumori. Europa Donna Italia ha partecipato all’evento nella persona della nostra consigliera Deliana Misale.

Per approfondimenti: http://la.repubblica.it/saluteseno/news/io-non-t-e-m-o-perche-so/6023/

Un video-appello alle Istituzioni per le Breast Unit

5 aprile 2017 - Milano

Da oggi è on line il video-appello realizzato da Europa Donna Italia, con la partecipazione delle Associazioni femminili e delle Società Scientifiche, per sollecitare le Istituzioni ad accelerare il processo di avvio delle Breast Unit. Questo il messaggio corale, trasmesso da testimonial, volontarie e medici: il tempo è scaduto; sono passati 10 anni dall’ultima Raccomandazione europea che chiedeva agli Stati membri di dotarsi dei centri di senologia entro il 2016, ma in Italia c’è ancora tanto da fare perché le Breast Unit siano ovunque attive e accessibili a tutte le donne. I Politici, le Autorità e gli Assessori regionali devono rispettare gli impegni con l’Europa, con il Governo italiano, con le Regioni e con le donne. Questo il link al video, che chiediamo a tutti di vedere e diffondere: https://youtu.be/NPLI4u96pKc

Leggi il comunicato stampa >

Eccellenza nella ricerca è eccellenza nella cura

5 aprile 2017 - Reggio Emilia

Un convegno pubblico organizzato dal comitato Emilia-Romagna di AIRC in collaborazione con Soroptimist Club di Reggio Emilia per sottolineare l’importanza della ricerca in qualità e innovazione per la cura del tumore al seno. La nostra Presidente Rosanna D’Antona è intervenuta, accanto al Dottor Corrado Tinterri coordinatore del comitato tecnico-scientifico EDI, presentando la mission e le attività di Europa Donna Italia.

Presentazione del Progetto “Persone Non Solo Pazienti”

30 marzo 2017 - Milano

Conferenza stampa di presentazione del progetto di formazione per le associazioni pazienti nato nel 2015 per iniziativa di Roche e al quale partecipano, oltre a Europa Donna Italia, 16 Associazioni rappresentative dei pazienti affette da diverse patologie. Il progetto Persone non solo Pazienti si basa sull’esigenza condivisa di un gruppo di Associazioni, impegnate in campi diversi (oncologia, reumatologia, malattie rare, patologie polmonari, emofilia, malattie infiammatorie intestinali), da un lato di crescere professionalmente e acquisire nuove competenze, dall’altro di condividere le rispettive esperienze per un proficuo scambio di idee e un confronto costruttivo.  Il progetto ha preso forma nella firma di una Carta in cinque punti – presentata oggi in Regione Lombardia – che rappresenta una vera e propria call to action rivolta agli stakeholder istituzionali affinché le Associazioni siano coinvolte nei processi organizzativi e decisionali e possano dare il proprio contributo al miglioramento del Sistema Salute italiano.

Leggi il comunicato stampa >

Europa Donna Italia insieme alla Regione Lazio per potenziare gli screening

27 marzo 2017 - Roma

Europa Donna Italia, insieme ad altre sei associazioni – Favo, Incontradonna, Andos, Lilt, Amoc e Komen Italia – ha sottoscritto oggi un atto di impegni per contribuire a promuovere la campagna di screening oncologici gratuiti avviata dalla Regione Lazio e più in generale per collaborare con il SSR perché sia attuato compiutamente l’impegno ad erogare con equità ed efficacia i programmi di prevenzione. Le associazioni che hanno aderito all’accordo si impegnano tra l’altro ad agire come rete di informazione per facilitare l’accesso ai servizi e a contribuire al monitoraggio della qualità organizzativa dei percorsi assistenziali. Per approfondimenti:
http://www.regione.lazio.it/rl_sanita/?vw=newsDettaglio&id=446 

Breast Journal Club – L’importanza della ricerca in oncologia

10-11 marzo 2017 - Napoli

Il BJClub è un momento di confronto e aggiornamento tra opinion leader e scuole di pensiero nazionali ed internazionali in merito alle nuove ricerche e metodologie sulle neoplasie mammarie, confrontando articoli e materiale editoriale delle più prestigiose riviste scientifiche. Quest’anno il board ha ritenuto necessario e fondamentale inserire anche la partecipazione delle associazioni di pazienti per completare al meglio l’offerta formativa dell’incontro. Alla tavola rotonda sull’accessibilità ai farmaci innovativi Europa Donna ha espresso il punto di vista delle pazienti accanto a Salute Donna e ANDOS.

Modelli di gestione sostenibile dei farmaci oncologici innovativi

10 marzo 2017 - Milano

L’innovazione farmaceutica pone nuove sfide per la futura sostenibilità della spesa pubblica in ambito sanitario, dove occorre contemporaneamente preservare l’universalità del diritto alla salute e aumentare l’attrazione di investimenti in ricerca e sviluppo. Il workshop organizzato presso la sede della Regione Lombardia ha coinvolto i vari stakeholder del settore – tra cui Europa Donna – per formulare linee di indirizzo condivise su: politica del farmaco oncologico innovativo a livello nazionale e regionale; sistemi di accesso e governance per i farmaci innovativi e sostenibilità finanziaria; congruità del sistema economico-finanziario per farmaci innovativi con i cambiamenti del contesto epidemiologico.

Music for Women

7 marzo 2017 - Milano

Nella splendida cornice della Sala degli Affreschi, gentilmente concessa dalla Società Umanitaria, un concerto gospel dell’Ensemble Vocale Ambrosiano Onlus a sostegno delle attività di Europa Donna e per ricordare la cara amica, giornalista e scrittrice Francesca Del Rosso – Wondy. La serata, introdotta da Rosanna D’Antona e dal Dottor Corrado Tinterri, che ha ricordato a tutte le donne presenti l’importanza di rivolgersi alle Breast Unit per ricevere diagnosi e cura di qualità, è stata una vera e propria full immersion nel sound gospel: 40 musicisti tra coristi, vocalist e band, hanno interpretato con grande passione la musica dell’anima e le sue più naturali contaminazioni. Il concerto è stato intervallato da brani tratti dal libro di Wondy, interpretati dall’attrice Alessandra De Luca.

Foto di Davide Forti

“Breast Unit – La sanità livornese a misura di donna”

4 marzo 2017 - Livorno

L’inaugurazione della nuova Breast Unit dell’Ospedale di Livorno, coordinata dal Dott. Donato Casella, è avvenuta alla presenza delle Istituzioni cittadine, di autorevoli esponenti della comunità scientifica nazionale, di Senonetwork, Europa Donna e le Associazioni del territorio. Tra queste, “Livorno Donna Salute e Cultura” collabora attivamente con il team multidisciplinare del nuovo centro di senologia.

Scarica il programma

Incontro al Ministero della Salute

2 marzo 2017 - Roma

La nostra Presidente Rosanna D’Antona e il prof. Luigi Cataliotti, Presidente di Senonetwork, sono stati ricevuti al Ministero della Salute a Roma per chiedere un intervento per accelerare l’applicazione dell’atto 185/della Conferenza Stato-Regioni del 18 dicembre 2014 che dava indicazione alle realtà sanitarie regionali di attuare i centri di senologia multidisciplinari.
In particolare Rosanna D’Antona ha chiesto al Ministero di effettuare uno stretto monitoraggio regione per regione; di condividere con Europa Donna i risultati della rilevazione regionale, offrendo anche la nostra collaborazione per sveltire i processi locali; e infine di organizzare un incontro con il Ministro e con le rappresentanti di tutte le quasi 100 Associazioni iscritte a Europa Donna.

10 Raccomandazioni per le Breast Unit: firma la petizione!

3 marzo 2017

Entro il 2016, tutte le Regioni italiane avrebbero dovuto dotarsi di Centri di Senologia multidisciplinari per garantire alle donne italiane una rete omogenea di strutture e un servizio di assistenza per la prevenzione e la cura del tumore al seno all’altezza dei requisiti minimi di qualità. È marzo 2017 e siamo ancora lontani da questo obiettivo: solo nove Regioni hanno deliberato per l’istituzione delle Breast Unit e di queste nessuna ha completato l’iter.

Insieme alle nostre Associazioni iscritte, abbiamo stilato 10 Raccomandazioni per richiedere al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin di assicurare che tutte le Regioni istituiscano al più presto i centri di senologia, per garantire alle donne su tutto il territorio diagnosi, assistenza e cura di qualità per il tumore al seno. Proponiamo a tutti i cittadini di unirsi alla nostra richiesta firmando la petizione su SaluteSeno.

FIRMA QUI LA PETIZIONE!

Scarica le 10 Raccomandazioni

Tumore al seno & Breast Unit in Veneto

3 marzo 2017 - Mestre

Venerdì 3 marzo abbiamo compiuto una nuova importante tappa del nostro tour attraverso le regioni italiane.

L’evento, promosso da Europa Donna in collaborazione con l’Assessorato alla Salute della Regione Veneto e con il coordinamento della Rete Oncologica Veneta, si è svolto all’Ospedale dell’Angelo di Mestre e ha coinvolto i rappresentati delle Istituzioni regionali, la Comunità scientifica e, naturalmente, le Associazioni di volontariato, le cittadine e i cittadini del Veneto.

I temi affrontati sono stati quelli della prevenzione, degli screening e della qualità di cura negli ospedali della Regione, ma soprattutto quello dei Centri di Senologia multidisciplinari. Sono state ribadite le linee di indirizzo nazionali ed europee che, superato ormai il termine ultimo del 2016, raccomandano con urgenza una rete omogenea di Breast Unit su tutto il territorio. “Quest’anno abbiamo voluto iniziare in Veneto il nostro percorso per l’implementazione delle Breast Unit nelle Regioni – ha dichiarato Rosanna D’Antona, presidente di Europa Donna – perché è stata una delle prime a legiferare e ad organizzare i centri di senologia sul proprio territorio e rappresenta un esempio positivo che può ispirare altre realtà regionali, mentre auspichiamo che continui l’impegno per completare la rete e perfezionare l’assistenza delle cittadine del Veneto”.

Sei Associazioni di volontariato del Veneto hanno chiuso la giornata, raccontando in una tavola rotonda il proprio lavoro e presentando necessità e bisogni delle donne sul territorio.

Scarica la locandina con programma completo

Scarica il comunicato stampa

      

Europa Donna in Emilia Romagna

20 febbraio 2017 - Bologna

Europa Donna incontra l’Assessore alle politiche per la salute dell’Emilia-Romagna Stefano Venturi

L’incontro concesso a Europa Donna dall’Assessore alle politiche per la salute dell’Emilia-Romagna Stefano Venturi si è svolto in continuità con le relazioni positive già avviate in occasione del convegno pubblico del 2015. Rosanna D’Antona ha espresso la disponibilità di Europa Donna a collaborare con l’assessorato per l’informazione alle donne sui centri di senologia mentre l’Assessore e la Direttrice generale Licia Petrapulacos hanno assicurato il loro impegno nel formalizzare presto la mappatura dei centri e nell’avviare un sistema di monitoraggio. Inoltre è intenzione dell’Assessorato incontrare i Clinici e le Associazioni operanti nei centri di senologia per confrontarsi sull’andamento dei servizi e favorire la collaborazione reciproca.

 

Senato, cinque mozioni per il tumore al seno

14 febbraio 2017

 

Ecco una buona notizia: qualcosa si muove tra i politici

Ieri al Senato sono state approvate 5 mozioni che impegnano il Governo a migliorare assistenza e cura alle donne con tumore al seno.
Questi i bisogni più urgenti: esenzione del ticket alle portatrici di mutazione BRCA, Breast Unit in tutte le Regioni e potenziamento dei programmi di prevenzione.
Per le Breast Unit, nello specifico:
Le mozioni impegnano il governo a
Porre in essere ogni iniziativa idonea a far sì che, entro il 2017, siano attivati tutti i centri di senologia nelle diverse Regioni italiane e nelle Province autonome, nel rispetto delle linee guida indicate dal “Documento di indirizzo nazionale per la definizione di specifiche modalità organizzative ed assistenziali della rete dei centri di senologia”;
Rilevare e valutare quantitativamente e qualitativamente i centri di senologia presenti in tutte le regioni, pubblicando i relativi dati sul sito web del Ministero della salute, e prevedere, altresì, un meccanismo di premiazione per le Regioni virtuose che abbiano sul proprio territorio una rete dei centri di senologia eccellenti;
Garantire a tutte le donne affette da tumore al seno il diritto di essere curate nei centri di senologia certificati e a tal fine prevedere, nel caso in cui tali centri non soddisfino criteri di qualità ed efficienza, meccanismi di valutazione sull’attività svolta dai direttori generali, con l’applicazione di idonee sanzioni;
Promuovere la realizzazione di un’efficiente e capillare rete di centri di senologia, integrati con i programmi di screening organizzati, in grado di garantire i migliori trattamenti diagnostici e terapeutici nelle diverse fasi della malattia in tutte le Regioni del Paese, con un sistema di monitoraggio e di produzione di indicatori di qualità simile a quello esistente per i programmi di screening organizzati;
Per lo screening:
A monitorare, con continuità nelle diverse Regioni, l’andamento dei programmi di screening mammografico, demandando al comitato per la verifica dei LEA (livelli essenziali di assistenza) l’effettuazione di specifiche rilevazioni concernenti le diverse modalità organizzative e i differenti costi sostenuti, al fine di evidenziare le migliori pratiche e promuovere la loro estensione in tutte le realtà regionali, superando così le inaccettabili differenze che ancora sussistono tra Regione e Regione;
a prevedere specifici interventi per l’estensione in tutte le Regioni italiane dei programmi di screening a favore delle donne dai 45 ai 49 anni, sulla base delle evidenze scientifiche disponibili.
A potenziare i programmi di screening in tutte le Regioni italiane, prendendo atto che le aree del Sud Italia hanno minori tassi di adesione ai programmi, ma anche una minore efficienza degli stessi, perché il numero di donne che riceve l’invito per l’esame è ancora molto basso.

Approfondisci qui

 

Breast Unit e tecnici sanitari di radiologia

11 febbraio 2017 - Milano

 

Quella del tecnico di radiologia è una figura importante nel percorso della donna dentro la Breast Unit, il primo professionista con cui si trova a interfacciarsi. Deve saper rassicurare e informare correttamente la donna, metterla a proprio agio, oltre ad avere una preparazione tecnica specifica sulla diagnostica del tumore al seno.
Deve essere anche lui specializzato sul tumore al seno esattamente come tutte le figure del team multidisciplinare, in cui il suo ruolo deve essere riconosciuto in tutte le Breast Unit.

Per questo, sabato 11 febbraio Europa Donna, interviene al convegno “Breast Unit e tecnici sanitari di radiologia medica: siamo in Europa”.

Scarica la locandina

 

 

 

Brescia: nuova sede per la Breast Unit

28 gennaio 2017 - Brescia

È stata inaugurata la nuova sede della Breast Unit degli Spedali civili di Brescia. Al centro senologico multidisciplinare già attivo da anni in sedi distaccate, è ora dedicato un unico edificio interamente progettato per accogliere e accompagnare le donne nel percorso di cura.

“È una piattaforma molto bella sia dal punto di vista estetico e della luminosità che dal punto di vista della struttura: gli spazi sono pensati apposta per il percorso delle pazienti e sono contigui in modo da permettere un continuo confronto tra le figure professionali che lavorano nella Breast Unit” commenta Loredana Pau, consigliera di Europa Donna, che ha partecipato all’evento insieme alle Associazioni Cuore di Donna e ESA (Educazione alla Salute Attiva) – entrambe iscritte a Europa Donna – che opereranno all’interno della struttura. “Prima le pazienti non avevano una percezione unitaria del percorso di cura – ha commentato Edda Simoncini, oncologa e responsabile del centro senologico – adesso invece sanno di avere un luogo di riferimento fisico a cui rivolgersi per ogni necessità e dove troveranno sempre qualcuno: medici, infermieri e volontarie”. La realizzazione del progetto è stata possibile grazie ai finanziamenti della Regione e della Fondazione Beretta di Brescia.

 

 

 

 

Nasce Europa Donna – Sicilia

27 gennaio 2017 - Catania

Tutte le associazioni siciliane iscritte a Europa Donna si sono riunite a Catania per dare vita a un coordinamento regionale che ha preso il nome di Europa Donna – Sicilia.  Dopo la nascita di Europa Donna Liguria a dicembre, ora anche la Sicilia vede le sue associazioni firmare una lettera di intenti per fare rete sul territorio. Le otto associazioni, tutte iscritte a Europa Donna, cominceranno a collaborare tra loro in maniera costruttiva sia per organizzare eventi sul territorio che per relazionarsi in modo coordinato con le istituzioni. La referente della delegazione, Carmela Amato, ha commentato: “Le associazioni che si occupano di tumore al seno lavorano tutte per gli stessi scopi: educazione, prevenzione, orientamento ai servizi dedicati. Essere in rete significa utilizzare strumenti comuni per realizzare obiettivi comuni. E significa anche essere più efficaci nel dialogo con le istituzioni. Vogliamo unire le forze per realizzare tutto quello che abbiamo imparato lo scorso anno, durante il corso organizzato da Europa Donna Italia dedicato alle Breast Unit”.

Le otto associazioni sono:

  • Serena a Palermo
  • Sicilia Donna
  • Angolo-Siracusa
  • Progetto Luna
  • SOS Donna Catania
  • Il filo della Vita
  • Per te donna Onlus
  • ABRCADABRA

 

 

 

 

 

“Tumori al seno – “I bisogni, i tempi, le risposte”

 

20-21 gennaio - Sassari

Insieme a donne e specialisti, Europa Donna è intervenuta al corso di aggiornamento e incontro interattivo sul tema dei tumori al seno nelle donne ad alto rischio eredo-familiare, organizzato dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari.

 

 

 

 

 

“Ho un tumore, sarò mamma?”

 

19 gennaio - Milano

Europa Donna è stata invitata a presenziare al convegno dedicato al tema della salute e della fertilità femminile in ambito oncologico organizzato dall’associazione “Salute allo specchio” che assiste le pazienti dell’Ospedale San Raffaele. L’incontro si è svolto presso la casa dei Diritti in via de Amicis 10 a Milano.

 

 

 

 

 

Percorso di Formazione Linee Guida AIOM

18-19 gennaio - Istituto Mario Negri

Con l’inizio del 2017 l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) ha disposto l’inserimento di rappresentanti di pazienti all’interno di ciascun gruppo di lavoro dedicato alla stesura e all’aggiornamento delle Linee Guida.

A tal fine ha organizzato presso l’Istituto Mario Negri un percorso formativo ad hoc per i pazienti, al quale ha partecipato anche Europa Donna nella persona della nostra consigliera Loredana Pau, focalizzato su studi clinici/revisioni, modalità/criteri di sviluppo di linee guida di buona qualità, ricerca di informazioni da buone fonti con un cenno al tema dei conflitti di interesse, della trasparenza dei dati e delle modalità di partecipazione al gruppo di lavoro.

 

 

 

 

 

“Una risata ci salverà”- La prevenzione va a teatro

19 dicembre - 20.30 - Teatro Verdi di Milano

Lunedì 19 dicembre, alle 20.30, il nostro impegno per la prevenzione e la qualità della cura del tumore al seno è andato in scena al Teatro Verdi di Milano.

Le attrici Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Rossella Bellantuono si sono esibite nello spettacolo “Una risata ci salverà”: una serata teatrale per ridere, sorridere e sostenere i nostri progetti per la prevenzione e la qualità di cura. Tutti i proventi dell’iniziativa sono andati infatti a sostenere l’attività di Europa Donna. Allo spettacolo è seguito un brindisi natalizio.

 Scarica la locandina

 

Nasce Europa Donna Liguria

Genova, 5 dicembre

Genova, 5 dicembre – Le quattro associazioni della Liguria iscritte a Europa Donna Italia, una per ciascuna provincia della Regione, hanno deciso di mettersi in rete:  si è così costituita oggi Europa Donna Liguria, grazie alla quale le associazioni aderenti potranno collaborare a progetti comuni, confrontarsi e supportarsi reciprocamente e interloquire con più efficacia con le autorità del territorio. Della nuova rete regionale fanno parte:

  • La Rinascita – Lilt Sanremo
  • Cuore di donna – sezione Valbormida (provincia di Savona)
  • La Fenice – Lilt La Spezia
  • PerLaDonna – Genova

L’annuncio della costituzione di Europa Donna Liguria è stato dato oggi, nella sede della Regione Liguria, alla presenza della Vicepresidente e Assessore alla Sanità Sonia Viale, in occasione della presentazione  della neonata associazione PerLaDonna, che opererà all’interno della Breast Unit dell’IRCCS San Martino di Genova. La famiglia di Europa Donna Italia si è così arricchita, oltre che di una nuova associazione, anche di una rete regionale destinata ad essere ancora più incisiva sul territorio ligure.

 

 

La Breast Unit con i Medici di medicina generale e le Associazioni di volontariato

Fano, 2 dicembre 2016

Un convegno per far conoscere la Breast Unit e le diverse competenze specialistiche che, all’interno del team interdisciplinare, lavorano a stretto contatto per garantire alla paziente il miglior trattamento terapeutico e di supporto.

Tale trattamento presuppone il prendersi cura anche della persona e deve quindi valersi della collaborazione delle associazioni di volontariato: niente infatti è più incoraggiante per il malato quanto la vicinanza di altre persone che hanno vissuto la stessa esperienza. Su questo tema Loredana Pau, Consigliera di Europa Donna, è intervenuta nella tavola rotonda tra oncologi e associazioni, accanto alle volontarie dell’Associazione “Fior di Loto”, iscritta a EDI.

 

 

Conferenza stampa di chiusura della Campagna Diritti al Centro

Milano, 1 dicembre

Al Circolo della Stampa di Milano si è tenuta l’1 dicembre la conferenza stampa di chiusura del primo anno della campagna “Diritti al Centro”, voluta da Europa Donna per rendere le donne consapevoli del proprio diritto, sancito dalla legge italiana, di rivolgersi a un Centro di Senologia Multidisciplinare in caso di tumore al seno.

Alla conferenza sono intervenuti, accanto a Rosanna D’Antona, Presidente, e a Deliana Misale, consigliera di Europa Donna, Luigi Cataliotti, Presidente di Senonetwork Italia Onlus, Carlo Zamagni, Direttore dell’Oncologia Medica del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, Francesco Frattini, Direttore della comunicazione di Roche.

Hanno beneficiato della campagna le 220 delegate di 75 associazioni che hanno partecipato al corso di formazione specifico per le volontarie attive nei Centri di Senologia e le migliaia di donne italiane che hanno ricevuto il messaggio – veicolato tramite talk show pubblici e condivisione di post e video sui social – sull’importanza di conoscere e scegliere un Centro di Senologia Multidisciplinare come struttura di riferimento per la diagnosi e la cura del tumore al seno.

 

Breast Unit in Emilia Romagna: una rete multidisciplinare nella ricerca, prevenzione e cura del tumore al seno

Modena, 28 novembre 2016

Una giornata di approfondimento sul modello della Breast Unit con l’intervento dei rappresentanti delle diverse discipline coinvolte nel percorso terapeutico-assistenziale della paziente. Nell’intervento di apertura, Rosanna D’Antona ha sottolineato l’impegno di Europa Donna per promuovere le Breast Unit in tutte le Regioni e ha rivolto in particolare un appello all’Emilia-Romagna affinché deliberi formalmente l’identificazione e la collocazione dei centri di senologia. Nel pomeriggio Maura Malpighi, presidente dell’associazione “Il cesto di ciliegie” iscritta a EDI ha illustrato il lavoro di assistenza alle pazienti e di sensibilizzazione e informazione delle donne territorio.

Riparte il programma di formazione per le Associazioni

24 novembre - Ricominciamo con i corsi per un servizio di volontariato aggiornato e qualificato

24 novembre – Riparte il programma di formazione per le Associazioni iscritte, organizzati da Europa Donna Italia su tutto il territorio nazionale per un servizio di volontariato aggiornato e di qualità. Giovedì 24 novembre siamo state a Roma con le Associazioni di Donne In Rosa provenienti da Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Puglia e Sicilia. I prossimi appuntamenti del 2016 saranno il 29 novembre e il 14 dicembre e poi ricominceremo con l’anno nuovo.

Vuoi sapere di più sul nostro lavoro di formazione con le Associazioni? Clicca qui.

 

 

ECIBC, Plenaria 2016: Quando Scienza e Politica collaborano per la Salute

24-25 novembre - Europa Donna Italia partecipa alla Plenaria di ECIBC

Varese, 24-25 novembre 2016 – Europa Donna Italia ha partecipato, insieme ad altre rappresentanti della coalizione europea di Europa Donna, ai due giorni di Riunione Plenaria della European Commission Initiative on Breast Cancer (ECIBC), programma voluto dalla Commissione Europea e condotto dal Joint Research Center per migliorare e uniformare l’assistenza e la cura delle donne con tumore al seno in tutta Europa. Ogni anno ECIBC convoca gli stakeholders e i rappresentanti degli Stati membri in una riunione plenaria di aggiornamento sui progetti in corso e sugli obiettivi raggiunti. La riunione di quest’anno è stata incentrata sul passaggio delle conoscenze della ricerca scientifica alle politiche nazionali e sulla collaborazione tra ECIBC e gli Stati Membri  in merito ai programmi di screening e alla qualità di cura. La due giorni si è conclusa  con una tavola rotonda finalizzata a implementare lo European Quality Assurance Scheme, un documento che elenca i requisiti e i criteri minimi per garantire a tutte le donne servizi di prevenzione, cura e assistenza di qualità.

 

La Direzione Salute della Calabria incontra le Associazioni

9 novembre Catanzaro

Europa Donna e Associazioni calabresi sono state convocate dalla Regione

La Direzione Salute della Calabria incontra le Associazioni
9 novembre 2016 – Il Direttore Generale del Dipartimento Salute della Regione Calabria, Riccardo Fatarella, a seguito di quanto annunciato nel convegno del 15 ottobre, ha convocato le Associazioni coordinate da Europa Donna in un incontro per definire i termini di una collaborazione mirata a migliorare screening e cura del tumore al seno nel territorio calabrese. Le Associazioni saranno partner della Regione in un programma condiviso che prevede due tappe. La prima consiste in una ricognizione capillare della situazione della sanità regionale per metterne a fuoco tutti i punti deboli ed elaborare un conseguente piano di intervento. La seconda sarà una campagna di informazione alla popolazione femminile della Calabria sull’importanza della partecipazione ai programmi di screening mammografico, per ricostruire il compromesso rapporto di fiducia tra le donne e il servizio sanitario regionale quale organismo in grado di garantire efficienza ed equità.

Scarica il comunicato stampa

8 NOVEMBRE – GIORNATA MODIALE DELLA RADIOLOGIA

8 NOVEMBRE - GIORNATA MODIALE DELLA RADIOLOGIA

Europa Donna a Genova e Milano per parlare di Breast Imaging

L’8 novembre è il giorno in cui sono stati scoperti i raggi X e in cui si festeggia la Giornata Mondiale della Radiologia. Quest’anno la ricorrenza è dedicata al Breast Imaging e al ruolo essenziale della radiologia nella scoperta, nella diagnosi e nel trattamento del tumore al seno.

In questa occasione Europa Donna parteciperà a due convegni aperti al pubblico.

Alle 16.30 a Milano, Stefania Migliuolo, nostra referente per le relazioni con la comunità medico-scientifica, parteciperà con l’intervento “Le donne ‘impazienti’” al convegno dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Saranno presenti esperti del reparto di Radiologia Senologica e verrà lasciato spazio alle partecipanti per domande e interventi. Per approfondimenti clicca qui (link: http://www.hsr.it/prevenzione-salute/giornata-mondiale-di-radiologia-radiologia-senologica/)

Alle 11.30 a Genova, Deliana Misale terrà la tavola rotonda “C’è tutto un mondo intorno…” al Circolo Unificato. Dopo una mattinata di incontri con gli esperti, il pomeriggio è dedicato all’Open Day del reparto di Radiologia Senologica, ingresso libero su prenotazione. Le donne che lo desiderano potranno prenotare una visita senologica e una consulenza con il radiologo.

Calabria: accordo tra Regione e associazioni

Calabria: accordo tra Regione e associazioni
15 ottobre 2016 – Per la prima volta la Regione Calabria, nella persona di Riccardo Fatarella, direttore generale del Dipartimento Salute, ha annunciato la volontà di creare una sinergia con le associazioni di volontariato per dare un nuovo impulso allo sviluppo dei programmi di screening mammografici che sono stati riavviati proprio nelle ultime settimane. «Il nostro deve essere un lavoro di squadra» ha dichiarato Fatarella, «perché solo confrontandoci con le donne possiamo davvero imprimere un nuovo corso alla sanità calabrese».

 

Nella Giornata Internazionale per la Salute del Seno, 15 ottobre, organizzata in 47 paesi da Europa Donna, si è aperto un dialogo costruttivo tra Regione Calabria, medici e volontariato femminile all’Università della Magna Graecia di Catanzaro. Insieme alle numerose associazioni di pazienti c’erano anche i radiologi calabresi, presieduti da Oscar Tamburrini, ordinario di Radiologia dell’Ateneo.

 

«Abbiamo assistito oggi a un esempio di piena collaborazione tra comunità scientifica, volontariato e istituzioni» ha dichiarato Tamburrini, «ci rende particolarmente felici la piena condivisione da parte della Direzione regionale Salute degli orientamenti delle società scientifiche e delle associazioni femminili in tema di screening e Breast Unit».

 

Per la giornata internazionale di sensibilizzazione alla prevenzione e all’importanza dello screening mammografico, abbiamo deciso di andare proprio in Calabria» ha dichiarato Rosanna D’Antona, presidente di Europa Donna Italia «per sottolineare di fronte a operatori sanitari, pazienti, media e cittadinanza quanto non sia più tollerabile la disparità di prevenzione e cura tra Nord e Sud e per auspicare che proprio insieme si possa raggiungere presto l’equità di cure per tutte le donne italiane indipendentemente dalla loro regione di residenza».

 

In molte regioni del Sud infatti le percentuali di chiamata ed adesione allo screening mammografico permangono ben al di sotto del livello accettabile. In particolare le regioni più penalizzate sono la Campania, con un’adesione allo screening del 21%, la Calabria con il 28%, la Sicilia con il 34% (Dati PASSI – Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia 2011-14). «Siamo felici che il lavoro di squadra di oggi abbia ha già un primo appuntamento in agenda: il 7 novembre Fatarella ha convocato infatti una delegazione di volontarie per ascoltare le loro necessità ed iniziare a lavorare sulle priorità» ha aggiunto D’Antona.

 

“Noi volontarie siamo pronte a fare la nostra parte» ha dichiarato Annamaria Migale, presidente dell’associazione Alice di Lamezia Terme, una delle cinque associazioni di donne – pazienti e non – intervenute al convegno e collegata ad Europa Donna nell’opera di informazione e sensibilizzazione delle donne calabresi all’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce, «purché tutte ricevano la lettera di invito e possano accedere facilmente in tutto il territorio calabrese a strutture adeguate e contare su personale qualificato».

 

«Alla Regione Calabria chiediamo anche che, in caso di diagnosi di tumore, le donne possano rivolgersi a centri di senologia multidisciplinari (Breast Unit) così come previsto dalle direttive ministeriali» ha dichiarato Vittoria Tolomeo, presidente dell’associazione ARDOS (Catanzaro), «in Calabria abbiamo già alcune strutture che hanno la casistica e il personale per potersi organizzare in Breast Unit» ha osservato Fatarella «e la Direzione Salute si assume l’impegno di svilupparne almeno due in tempi brevi».

 

Per ulteriori informazioni e interviste:

Elisabetta Sestini – elisabetta.sestini@europadonna.it – 3498307792

Elisa Travaglio – elisa.travaglio@europadonna.it – 3939359059

Marta Impedovo – marta.impedovo@gmail.com – 3202167646

15 ottobre 2016 – Catanzaro, Università della Magna Graecia, Campus Germaneto – ore 9-13

Giornata della Salute del Seno a Catanzaro

 

Giornata per la Salute del Seno a Catanzaro

 

La Calabria è la penultima regione in Italia per partecipazione allo screening mammografico: solo il 28% delle donne sopra i 50 anni vi si sottopone regolarmente. Per questo, in occasione della Giornata della Salute del Seno del 15 ottobre 2016, Europa Donna va a Catanzaro per una mattinata di dialogo e confronto con istituzioni regionali, comunità scientifica e associazioni di volontariato.
L’iniziativa fa parte del progetto di Europa Donna mirato a colmare le disparità geografiche di reclutamento e partecipazione allo screening mammografico. Il progetto prevede l’organizzazione di incontri pubblici nelle Regioni dove lo screening è carente, per sollecitare la presa di coscienza delle Istituzioni e delle ASL ad agire per garantire una pari opportunità di salute alle donne di tutte le Regioni Italiane.Comunicato stampaLocandina

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

17 Maggio 2016 – Milano

Caffè con le blogger

 

Incontro delle donne con tumore metastatico

Caffè con le blogger 3Caffè con le blogger 2

 

A Milano, primo raduno dei followers di “Lottare, vivere, sorridere” con le animatrici del primo blog italiano dedicato alle pazienti con tumore metastatico, accessibile dal sito di D di Repubblica. Sala Stampa Nazionale gremita di donne – sane, aspiranti guarite, metastatiche e addetti ai lavori -per ripercorrere la storia dei due anni di vita del blog che per la prima volta ha portato all’attenzione la realtà del tumore al seno metastatico, attraverso le voci di Mimma, Ivana, Barbara, Francesca e Sabrina. Da questa esperienza è nato il Gruppo Tumore al Seno Metastatico di Europa Donna Italia, che lavora con la comunità scientifica e con le pazienti per aumentare la consapevolezza e fare advocacy dei diritti delle donne colpite dalla malattia al quarto stadio.

 

 

 

 

 


 

 

 

15 Maggio 2016 – Roma

Presentazione VIII Rapporto sulla condizione assistenziale del malato oncologico

IX Giornata Nazionale del Malato Oncologico

Nel corso delle manifestazioni della XI Giornata nazionale del malato oncologico, il 12 maggio 2016, alle 10, presso la Biblioteca del Senato Spadolini, FAVO presenta l’VIII Rapporto sulla condizione assistenziale del malato oncologico realizzato da FAVO, Censis, AIOM, AIRO, SIE, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT), Federsanità-Anci, FIMMG, SIMG, SIPO, SICO, AIRTUM, Coordinamento Generale Medico-Legale dell’INPS e Ministero della Salute.
In allegato il programma e l’indice del Rapporto.
Per accedere è necessario accreditarsi presso ablasi@favo.it, l’accesso alle sale è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.

VIII rapporto condizione malato oncologico

 

 

Indice RAPPORTO FAVO 2016

Programma GNMO XI leggero

 

 

 

22 Aprile 2016 – Roma

Prima Giornata Nazionale della Salute delle Donne

Giornata per la salute delle Donne alla presenza del Ministro Lorenzin

Europa Donna ha partecipato, invitata dal Ministero, alla Prima Giornata Nazionale della Salute della Donna che ha voluto essere un momento di confronto tra Istituzioni, Associazioni e Professionisti del settore.

 

 

16 Marzo 2016 – Bologna

TALK-SHOW – “DIRITTI AL CENTRO”

All’hotel Royal Carlton ha avuto luogo il primo evento pubblico della campagna “Diritti al Centro”, ideata da Europa Donna per promuovere le Breast Unit con il sostegno di Roche.Talk show Bologna 3

 

Talk show Bologna

 

 

 

 

 

 

All’incontro, aperto alla cittadinanza e moderato dal giornalista Federico Mereta, sono intervenuti Rosanna D’Antona Presidente di Europa Donna, Mario Tuffarelli, Responsabile della Breast Unit del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi e vice presidente di Senonetwork, Claudio Zamagni, Responsabile dell’Oncologia Medica del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi e Patrizia Bagnolini, Presidente dell’Associazione Il Punto Rosa di Sant’Arcangelo di Romagna.

 

 

 

 

 

8 Marzo 2016 – ore 9 – Terni
Sala Conferenze Azienda Ospedaliera “Santa Maria” – Viale Tristano di Joannuccio, 1

Verso le Breast Unit in Umbria

 

Un evento pubblico per fare il punto della situazione in Umbria

Una nuova tappa del percorso di Europa Donna nelle varie Regioni per promuovere le Breast Unit e favorirne lo sviluppo sul territorio. Obiettivo del convegno, organizzato dalla Breast Unit dell’Azienda Ospedaliera “Santa Maria” di Terni – nella persona del suo direttore clinico Dottor Alessandro Sanguinetti – in collaborazione con Europa Donna, era rendere espliciti agli operatori sanitari e all’utenza i requisiti delle centri di senologia multidisciplinari, i piani attuativi che l’autorità regionale ha in adozione e la pianificazione della realtà sanitaria locale nella prospettiva europea. Al convegno sono state chiamate a confrontarsi anche le diverse esperienze del volontariato che in Umbria si adopera per le donne malate di tumore: oltre all’associazione “Terni per Terni Donna”, sono intervenute le volontarie del “Punto Rosa” di Assisi, l’Associazione “Donne Insieme” di Foligno, e l’associazione “Conoscere per vincere” di Perugia. A conclusione del convegno i presenti sono stati accompagnati in una visita guidata al “Centro salute donna”, un centro polispecialistico ospedaliero di alto livello tecnologico-strumentale e professionale, che offre modalità personalizzate di presa in carico ed accesso unico e semplificato al percorso di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie femminili.

 

 

 

7 Marzo 2016 – Cormano

“Seno sano in corpore sano”

 

 

Giornata cittadina sulla prevenzione

Alla vigilia della Festa della Donna il Comune di Cormano, nell’hinterland milanese, nella persona del Sindaco Tatiana Cocca e dell’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Passani, ha organizzato in collaborazione con Europa Donna due seminari di informazione e sensibilizzazione sul tumore al seno. Il primo dedicato alle dipendenti comunali, che hanno anche potuto sottoporsi a visita senologica grazie alla disponibilità del Dottor Corrado Tinterri e della Dottoressa Arianna Rubino, dell’Istituto Clinico Humanitas. Il secondo aperto a tutta la cittadinanza. Accanto alla moderatrice Cinzia Sasso sono intervenuti la Dottoressa Viviana Galimberti, dell’Istituto Europeo di Oncologia, il Professor Pietro Panizza, dell’Ospedale San Raffaele, e il Dottor Corrado Tinterri.

 

7 Marzo 2016 – Tempo di Adriano – Roma

Le Donne per la farmaceutica per le donne Un evento a inviti di Farmindustria

Europa Donna relatrice sulle associazioni di volontariato

Europa Donna, nella persona della sua presidente Rosanna D’Antona, è stata invitata, come unica associazione pazienti rappresentativa del volontariato nelle patologie femminili, ad intervenire al convegno “Le Donne per la Farmaceutica, La Farmaceutica per le Donne” organizzato a Roma presso il tempio di Adriano alla vigilia della festa della donna da Farmindustria, l’associazione delle imprese del farmaco che operano in Italia. L’invito a questo evento, che si è svolto alla presenza dei massimi esponenti della farmaceutica, della ricerca e delle Istituzioni, è stato per il nostro movimento un grande riconoscimento, significativo della fiducia e della stima che Europa Donna si è conquistata nel lavoro degli ultimi anni. Al convegno sono intervenute, tra gli altri, anche il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e dell’Istruzione Stefania Giannini e sono stati assegnati tre premi Farmindustria-Telethon ad altrettante ricercatrici.

19 Febbraio 2016 – Torino Aula Magna Istituto Rosmini – Via Rosmini, 6 – ore 9,30-13,00

Un evento pubblico con e per le donne

Un evento pubblico sullo stato dell'arte delle Breast Unit in Piemonte

PROGRAMMA-TORINO

Nell’Aula Magna dell’Istituto Rosmini a Torino ha ospitato il convegno con cui Europa Donna ha compiuto una nuova tappa del suo percorso di promozione delle Breast Unit nelle Regioni italiane. La mezza giornata di lavoro, voluta dall’Assessore alla Sanità Antonio Saitta in collaborazione con Europa Donna, si è rivolta alla popolazione femminile, ai medici di medicina generale, agli operatori della sanità e in generale alla cittadinanza. Nella prima parte si è fatto il punto della situazione del tumore al seno in Regione, con la presentazione dei dati epidemiologici – da parte di Livia Giordano, del Centro di Riferimento per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte – e dei servizi offerti alla donna in termini di diagnosi precoce, terapia, follow-up – da parte di Emanuela Zandonà, Dirigente del Settore Assistenza Specialistica e Ospedaliera della Direzione Regionale Sanità. Ha completato il quadro l’intervento di Oscar Bertetto, Direttore della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta, che ha presentato l’organizzazione regionale dei centri di senologia. La parola è poi passata alla comunità scientifica: dopo una presentazione di Senonetwork e dell’iter legislativo delle Breast Unit da parte di Anna Sapino, docente di patologia all’Università di Torino e patologa presso l’Istituto IRCCs di Candiolo, si è svolta una tavola rotonda dedicata al team multidisciplinare della Breast Unit, rappresentato da sei professioniste donne provenienti da vari centri di senologia piemontesi. La mattinata si è conclusa con l’intervento delle Associazioni di volontariato che operano sul territorio: Pina Martinazzo dell’Associazione “Ricominciare a Vivere”, Viola Erdini della Fondazione Tempia e Fulvia Pedani di ANDOS Torino hanno presentato brevemente la propria attività, segnalato bisogni e necessità e si sono fatte portavoce delle domande delle donne alle Istituzioni e ai Medici.

 

3 febbraio 2016, Roma

Convegno: “Il lavoro per i malati di cancro”

 

Convegno presso la Camera dei Deputati

Luigia Tauro, consigliera di Europa Donna, è intervenuta al convegno organizzato dall’On. Vincenzo D’Arienzo presso la Camera dei Deputati sulla sua proposta di legge per la modifica della disciplina del periodo di comporto per i malati oncologici. Il dibattito, molto interessante, ha evidenziato tutte le complessità legate alla stima del fabbisogno economico e delle modifiche al testo per adeguarlo alle necessità – ad esempio – dei lavoratori autonomi. Dall’incontro è anche emerso un supporto al tema pressoché trasversale, da parte di associazioni che si occupano di patologie oncologiche, pazienti, parlamentari, INPS, medici: sono tutti convinti che la strada intrapresa vada approfondita e perseguita. Un buon risultato, per ora.

 

25 gennaio 2016, Bologna

“Contro il cancro insieme è meglio”

 

Incontro aperto

Europa Donna è stata invitata a partecipare a un incontro aperto a tutta la cittadinanza bolognese e in particolare a tutte le realtà associative, sanitarie e assistenziali che operano nell’ambito della lotta ai tumori, per organizzare un coordinamento e una rete in grado di venire incontro ai bisogni della cittadinanza e di rappresentare la forza del no profit a complemento del servizio pubblico. L’iniziativa, voluta dalla professoressa Alessandra Servidori esperta di tutela del lavoratore affetto da patologie oncologiche, intende costituire un modello da riproporre in altre città e Regioni dell’intero territorio nazionale.

22 gennaio 2016 – Palazzo Pretorio di Barberino del Mugello

Presentati i risultati del progetto Io MI Controllo

Leggi l'articolo
Venerdì 22 gennaio, nella splendida cornice del Palazzo Pretorio di Barberino del Mugello si è svolta la serata di presentazione dei risultati della prima fase del progetto di prevenzione “Io MI Controllo” promosso dalla Breast Unit di Firenze – Careggi e dalle Misericordie del Mugello fiorentino e patrocinato da Europa Donna Italia e indirizzato alle donne al di sotto dei 45 anni e sopra i 70 – quindi fuori dalla fascia dello screening. Il direttore della Breast Unit di Careggi, Dr. Donato Casella, ha illustrato il percorso progettuale durante il quale sono state visitate 670 donne, di cui 32 sono state inviate alla breast unit per un approfondimento e 2 sono risultate positive ed hanno già cominciato il percorso di cura. Ottimo il riscontro in termini di adesioni e interessante il circolo virtuoso di informazione sull’importanza della prevenzione che si è attivato. A dimostrazione della rilevanza del progetto per il territorio, erano presenti, oltre allo staff della Breast Unit che ha partecipato al progetto, il sindaco di Barberino, Giampiero Mongatti, la governatrice della Misericordia di Barberino, Annamaria Gianassi, tutti i governatori delle Misericordie del Mugello, la consigliera di Europa Donna Italia Luigia Tauro. Il progetto proseguirà nei prossimi mesi sugli altri territori della provincia di Firenze, sempre con il supporto delle Misericordie Toscane, a partire dal Valdarno Fiorentino. misericordia-barberino-io-mi-controllo-1 misericordia-barberino-io-mi-controllo-3 misericordia-barberino-io-mi-controllo-5 misericordia-barberino-io-mi-controllo-6

11 gennaio 2016

Apriamo l’anno 2016 sul Corriere della Sera

2016 Obiettivo Breast Unit
  Entro il 2016 ogni regione italiana dovrà dotarsi di una rete omogenea di centri di senologia multidisciplinari come previsto dalle direttive europee e dall’intesa tra il governo e la conferenza stato-regioni.              

28 novembre 2015 – Pavia Policlinico San Matteo – Aula Didattica 2, Corpo A, Padiglione DEA Strada Privata Campeggi – 27100 Pavia

II° Incontro di lavoro aBRCAdaBRA & EDI Donne a rischio genetico di tumore al seno e all’ovaio

Informazioni
Scarica il pdf con le informazioni 663560_2015PROGRAMMA            

28 novembre 2015 – Genova Teatro della Gioventù – Via Macaggi 92/A – Sala Govi

Tumore al seno & Breast Unit in Liguria

Informazioni
  Un evento pubblico con e per le donne in dialogo con le Associazioni di volontariato e la Comunità scientifica, per fare il punto sulla prevenzione e la qualità della cura del tumore al seno in Liguria e sullo sviluppo della rete regionale dei centri di senologia Ingresso libero previa iscrizione qui: http://www.eventbrite.it/e/biglietti-tumore-al-seno-breast-unit-in-liguria-19377703232    

5-7 Novembre 2015 – Lisbona

Terza edizione del Advanced Breast Cancer Conference

Europa Donna Italia a Lisbona
Le nostre delegate Ilaria Vacca e Mimma Panaccione, accompagnate da Tiziana Moricone, hanno partecipato alla conferenza presentandi risultati dell’indagine sul tumore metastatico del blog e del relativo poster. Di seguito trovate le informazioni relative al nostro intervento:

In Italia, vivono circa 30 mila donne con un tumore al seno metastatico. Molte di loro sono giovani, lavorano, hanno una famiglia con figli ancora piccoli. Nonostante questo, nei media non si parla quasi mai delle loro storie. Questo accade perché nel nostro paese il tumore metastatico è ancora un tabù. Per cercare di abbattere il muro di ignoranza e di solitudine che circonda questa malattia, cinque donne hanno accolto una sfida: quella di creare il primo blog dedicato al tumore al seno metastatico sul sito di D la Repubblica, uno dei magazine femminili online più popolari in Italia. 

“Lottare, vivere, sorridere” è nato nel gennaio del 2014 grazie al sostegno del Gruppo l’Espresso e di Europa Donna Italia – il movimento di advocacy per i diritti delle donne con il tumore al seno – e con il contributo incondizionato di Amgen.

 

Oggi, a distanza di quasi due anni, il blog rappresenta l’unica comunità italiana online dedicata esclusivamente al tumore al seno metastatico, con quasi 13.000 pagine viste al mese e circa 5.000 utenti unici al mese (fonte: Webtrekk, settembre 2015).

Per capire se e in che modo il blog possa essere di supporto alle pazienti e quali sono le principali difficoltà che una donna con questa malattia si trova ad affrontare in Italia, il Gruppo di Lavoro sul Tumore al Seno Metastatico di Europa Donna Italia ha condotto un’analisi quali-quantitativa e semantica dei 28 post e degli oltre 600 commenti pubblicati tra gennaio 2014 e aprile 2015.

Lo studio è stato presentato lo scorso 5 novembre alla terza edizione dell’Advanced Breast Cancer International Consensus Conference (ABC3) di Lisbona. Di seguito, i principali risultati emersi dall’analisi.

Di cosa si parla nel blog?

I 5 principali argomenti di ambito medico

Rapporto con i medici

Esami e controlli

Chemioterapie e trattamenti

Metastasi

Farmaci

I 5 principali argomenti della sfera affettiva

Figli

Amicizie

Famiglia

Partner

Maternità/mancata maternità

Le 5 principali “mancanze”

Mancanza di informazione sul tumore metastatico

Mancanza di supporto

Mancanza di tempo da parte dei medici

Mancanza di informazione sugli studi clinici

Mancanza di informazione sui diritti del paziente metastatico

Principali argomenti della quotidianità

Vita/qualità di vita

Importanza del blog

Donne

Morte

Diritti e lavoro

Quali sono i sentimenti del blog?

Le 5 emozioni predominanti

Gratitudine

Forza

Paura

Speranza

Voglia di vivere

 

Le 5 emozioni positive più frequenti

Gratitudine

Forza

Speranza

Voglia di vivere

Amore/affetto

Le 5 emozioni negative più frequenti

Paura

Fatica

dolore

Solitudine

Rabbia

 

Il successo e la popolarità del blog sono molto cresciuti nel corso dei mesi

 

     

12 novembre 2015

Sassari – Convegno sulle Breast Unit

Incontro pubblico
Per iniziativa della Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Sassari, Consuelo Sari, si è svolto il 12 novembre un incontro pubblico finalizzato a promuovere la costituzione di una Breast Unit nel capoluogo sardo, dove l’unità di senologia dell’ospedale cittadino risponde già ai criteri previsti dalle direttive europee. Per far pressione sulle autorità regionali è stata lanciata una petizione che ha portato alla raccolta di 70 000 firme. All’incontro è stata invitata anche Europa Donna, rappresentata dalla nostra consigliera Loredana Pau.  

16-18 ottobre 2015

Parigi – Conferenza Paneuropea

Dal 16 al 18 ottobre si è svolta a Parigi la 12esima conferenza paneuropea di Europa Donna intitolata: “Time for action on equal access”. Un occasione unica per condividere idee, trarre ispirazioni e acquisire nuove conoscenze a stretto contatto con le rappresentanti di Europa Donna provenienti da 47 Paesi in tutto il continente e oltre. Tre giorni di dialogo e confronto durante i quali si sono analizzati i servizi essenziali che ogni donna colpita dal tumore al seno dovrebbe ricevere, gli strumenti e le strategie per ottenere parità di prevenzione e cura per tutte. Durante il convegno è stato illustrato il progetto della Commissione europea sul tumore al seno (ECIBC), mentre specialisti provenienti da tutta Europa hanno presentato i progressi delle terapie personalizzate. Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia, ha presentato la nostra attività a sostegno della normativa nazionale sui centri di senologia multidisciplinari e il nostro nuovo programma di formazione delle associazioni che operano all’interno delle Breast Unit.

22 ottobre 2015

Se si può raccontare

Serata a Palazzo Patrizi

Sono intervenute alla serata Luigia Tauro, consigliere di ASP Città di Siena e di Europa Donna Italia, che ha aperto l’evento e Anna Ferretti, Assessore alla salute ed al sociale del Comune di Siena. I partecipanti alla serata hanno quindi vissuto momenti di grande emozione assistendo al monologo dell’attrice Marina Senesi che ha raccontato la propria esperienza di malattia. Sono stati offerti anche molti spunti importanti sul piano informativo, preventivo ed epidemiologico nel talk show a cui hanno preso parte Cinzia Sasso, giornalista e consigliere di Europa Donna Italia, Gaia Tancredi giornalista e vicepresidente della Lilt Senese, Alberta Ferrari, chirurga senologa del San Matteo di Pavia, Elisa Pasquini, nutrizionista dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese e Maria Assunta Mea medico di Legatumori.

12192844_10206529549990624_344862620_o 12192695_10206529550750643_880276397_o Cinzia Sassocorretto12177676_10206529546670541_1153441541_o12190735_10206529549950623_1869838764_o12181140_10206529550310632_1671015190_o12186166_10206529550790644_397952891_o12185623_10206529547790569_1188606632_o        

15 ottobre 2015

Concerto della JC band 

Gallery

IMG_7838 IMG_7841 IMG_8146 IMG_8147 IMG_8184 IMG_8203 IMG_8280  IMG_8560

 

15 ottobre 2015

Rassegna stampa

Napoli - Breast Health Day
imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage image

 imageimage

15 ottobre 2015

Breast Health Day Giornata europea della salute del seno – La 27a ora

La 27a ora con Europa Donna nella giornata della salute del seno
Anche il Corriere della Sera con il suo blog La 27a ora celebra la giornata della salute del seno  27a ora  

15 ottobre 2015

Breast Health Day Giornata europea della salute del seno

In tutta Europa si celebra la giornata della salute del seno

 

22 ottobre 2015, ore 18 – Siena Sala Convegni Palazzo Patrizi – Via di Città 75

Lettura Teatrale: Marina Senesi “Se si può raccontare”

ASP Città di Siena e Europa Donna Italia
“Il 22 ottobre 2015 presso il Palazzo Patrizi di Siena si conclude il progetto “PrenderSi Cura” di Europa Donna in collaborazione con l’ASP Città di Siena, l’evento inizierà con la lettura teatrale di Marina Senesi “Se si può raccontare…” e proseguirà con un Talk Show – Tavola Rotonda “Le parole per dirlo, le buone pratiche per sconfiggerlo”. Confronto e informazione sul delicato tema del tumore al seno. INGRESSO LIBERO Locandina     I

15 ottobre 2015, ore 20 – Agorà Morelli – Napoli

Rock in Love – Evento a favore di Europa Donna

Massimo Scaccabarozzi e la JC Band
Ecco come festeggiare insieme Ottobre, il mese rosa dedicato alla prevenzione! Vi aspettiamo a Napoli per cantare e ascoltare insieme della grandiosa musica con la JCBand, il 15 Ottobre.  Se sei interessato a partecipare a questa serata dedicata a Europa Donna Italia, scrivi a pietro.odorisio@europadonna.it, entro e non oltre il 13 ottobre, ti terremo il posto!!;-) Vi aspettiamo!

24 ottobre 2015, Casinò di Sanremo – ore 17,30

Gemellaggio Associazioni Liguria-Lombardia

La Rinascita e Cuore di Donna si gemellano
Abbiamo il piacere di comunicare che in occasione della conferenza stampa della presentazione del programma Campagna “Nastro Rosa” LILT è stato presentato ufficialmente gemellaggio fra le Associazioni “La Rinascita” e “Cuore di Donna”. Con l’obiettivo condiviso di offrire sostegno alle donne che affrontano un percorso come quello della Prevenzione e Cura del Tumore al Seno. Auspicando che tutto questo possa dare l’esempio e possa aiutare le nostre regioni di appartenenza – Liguria e Lombardia – ad essere sempre più vicine, favorendo quello scambio di competenze così preziose nel nostro settore. La presentazione ufficiale alla quale siete cordialmente invitate si terrà il 24 ottobre al Teatro del Casinò di Sanremo ore 17,30 in occasione dell’edizione di “Benessere è… Mangiare giusto e muoversi con gusto” (focus sul tema dell’alimentazione per via dell’Expo) della ASL1 in collaborazione con la LILT sez. di IM Sanremo e il servizio “La Rinascita “. Gemellaggio

15 ottobre 2015, Napoli – ore 10 – Palazzo dell’Innovazione e della Conoscenza

Prevenzione: l’arma vincente per proteggerci dal tumore

Incontro aperto con i Cittadini della Regione Campania
Nella giornata della salute del seno, un incontro pubblico per fare il punto sulla situazione dell’anticipazione diagnostica e ribadire l’importanza della prevenzione per la salute delle donne. Una mattinata di dialogo e confronto tra rappresentanti delle istituzioni, della comunità scientifica e del volontariato.

29 settembre 2015, Milano

Incontro tra le consigliere di Regione Lombardia ed Europa Donna

Comunicato Stampa

 Milano, 30 settembre 2015 – Un incontro con la Direzione Generale Salute della Lombardia per fare il punto sull’attivazione delle Breast Unit nella regione: è quanto ha chiesto Carolina Toia, consigliere del Gruppo “Maroni presidente”, al termine del primo tavolo di confronto, svoltosi a Palazzo Pirelli, tra le consigliere regionali della Lombardia e i medici del movimento “Europa Donna Italia”. Obiettivo: sollecitare la Regione a organizzare e rendere operative le Breast Unit negli ospedali pubblici e privati della Lombardia.

«Le Breast Unit sono centri di senologia specializzati e multidisciplinari, nei quali svolgere attività di screening, diagnostica clinico-strumentale dedicata alla mammella e curare le patologie mammarie – spiega Carolina Toia –. L’organizzazione di questi centri per la prevenzione e la cura del tumore al seno è stata approvata dal Consiglio regionale lo scorso 13 maggio con una risoluzione, il cui relatore era la consigliere del nostro Gruppo Lara Magoni. Ad oggi, però, la risoluzione non ha ancora avuto attuazione. La salute delle donne – sottolinea Carolina Toia – è un bene che accomuna, trasversalmente, tutte noi ed è bene ricordare che un’attenta attività di screening, nonché una diagnostica dedicata, sono l’unica vera arma contro il tumore che colpisce noi donne».

Le Regioni devono adeguarsi alla normativa nazionale per l’organizzazione di una rete dei centri di senologia (Breast Unit Network) entro il 2016. Nel corso del tavolo di confronto, la presidente di Europa Donna Italia, Rosanna D’Antona, ha rimarcato i benefici sociali ed economici derivanti dall’istituzione delle Breast Unit in Lombardia. Obiettivo del movimento, che riunisce 70 associazioni di volontariato sul territorio nazionale, è attivare almeno una Breast Unit ogni 500 mila abitanti; ciascuna di esse dovrà essere formata da personale medico (chirurghi, oncologi, patologi, chirurghi plastici, radioterapisti, fisioterapisti, psicologi, radiologi, genetisti, nutrizionisti) e infermieristico specializzato, oltre a contare sul contributo delle associazioni di volontari. Fra i requisiti base di una Breast Unit, la trattazione di almeno 150 casi all’anno, l’esecuzione di almeno 5.000 mammografie/anno e la disponibilità di una serie di servizi, dalla genetica alla prevenzione, dalla terapia palliativa al supporto psicologico.

«La Breast Unit – rimarca Carolina Toia – riunisce in sé vari specialisti che a diverso titolo si occupano di tumore al seno e confrontano la loro competenza per scegliere la migliore strategia terapeutica. Studi recenti mostrano che la sopravvivenza è più alta se la paziente viene curata in centri super-specializzati e di grande esperienza per numero di casi trattati. Le Breast Unit, quindi, vanno attivate al più presto nel sistema sanitario regionale, per garantire a tutte le donne affette da tumore al seno una offerta sanitaria elevata che riduca sprechi e ottimizzi le risorse. Si tratta – conclude la consigliere della Lista Maroni – di una vera e propria rivoluzione per la sanità lombarda e per tutte le donne, che segnerà la storia della cura del cancro alla mammella».

18 settembre 2015

Formazione per le associazioni che operano all’interno delle breast unit

Seminario Pilota
  L’Aula Magna della Clinica Mangiagalli, la clinica milanese dedicata alle donne, ha ospitato il seminario pilota del nuovo programma di formazione che Europa Donna sta mettendo a punto per le Associazioni che operano all’interno delle Breast Unit. Mangiagalli5 Un momento speciale per raccogliere dalle volontarie di un primo gruppo di Associazioni bisogni, spunti e segnalazioni dei temi che costituiranno l’ossatura del programma formativo che si articolerà in diversi appuntamenti su tutto il territorio nazionale. Al mattino, dopo un’introduzione della Presidente Rosanna D’Antona sugli obiettivi del programma e la presentazione, da parte di Silvia Seno, del ruolo delle Associazioni come descritto nel Capitolo 5° delle Linee guida ministeriali, gli specialisti rappresentanti del “Core team” della Breast Unit, riuniti in tavola rotonda, hanno raccontato la quotidianità, le esperienze e le relazioni con le Associazioni che rappresentano le pazienti. mangiagalli4 La seconda parte della giornata è stata caratterizzata da due momenti interattivi: un workshop guidato da Andrea Bianchi, esperto di training, per condividere esperienze, opportunità, rischi, punti di forza e debolezza; e un laboratorio esperienziale, guidato dalla psicologa Roberta Bottarelli sulla consapevolezza del ruolo delle volontarie all’interno della Breast Unit. mangiagalli3

Settembre 2015

Lottare, Vivere, Sorridere

Il primo blog italiano sulla malattia metastatica
Continua con successo il nostro blog  -Lottare, Vivere, Sorridere – dove 5 donne, come tante, da qualche tempo viaggiano con uno scomodo compagno: il tumore al seno metastatico. http://lottare-vivere-sorridere-d.blogautore.repubblica.it/2015/09/16/a-elena-e-diana/

Firenze, 4-6 novembre 2015 Palazzo dei Congressi

VIII° Congresso Attualità In Senologia

Save the date

Rappresenta un appuntamento abituale per gli specialisti della patologia della mammella e un punto di incontro per tutti coloro che sono impegnati nel percorso di crescita della senologia italiana. Per informazioni sull’evento http://www.congressoais.it

Genova, 21 settembre 2015

Incontro in Regione Liguria

Europa Donna incontra la Vicepresidente di Regione Liguria

Il vicepresidente di Regione Liguria Sonia Viale ha incontrato le rappresentanti di Europa Donna Italia per l’organizzazione di un evento nel mese di novembre sulle “breast unit” http://www.regione.liguria.it/argomenti/media-e-notizie/archivio-comunicati-stampa-della-giunta/item/44706-salute-vicepresidente-viale-incontra-le-rappresentanti-di-europa-donna-italia-per-la-prevenzione-e-cura-del-tumore-al-seno-anche-in-liguria-breast-units-certificate.html

Borgo San Lorenzo, 11 Settembre 2015

Io Mi Controllo

Progetto promosso dalle Misericordie Toscane
L’11 settembre 2015, la consigliera di Europa Donna Italia Luigia Tauro ha partecipato a Borgo San Lorenzo alla serata di presentazione del Progetto “ IO MI CONTROLLO ”, promosso dalle Misericordie Toscane per combattere i tumori al seno, attraverso la proposta di visite gratuite per donne dai 30 ai 49 anni di età e oltre i 65, fuori dalle fasce dello screening. Il Progetto, voluto e finanziato dalla Confederazione Regionale delle Misericordie e dal Coordinamento Fiorentino, grazie alla disponibilità dei medici dell’Unità Operativa di Chirurgia Oncologica e Ricostruttiva della mammella dell’Azienda Ospedaliera di Careggi, con il Dr. Casella ed i suoi collaboratori in testa, inizia proprio in Mugello per poi avere nuovi appuntamenti in altre zone del territorio sia della Provincia che della Regione. La buona notizia, comunicata ieri durante la presentazione del progetto, è che, in quasi tutti gli appuntamenti previsti, le 80 visite messe a disposizione sono state prenotate ed alcune Misericordie stanno già acquisendo le prenotazioni per eventuali appuntamenti successivi. Alla serata, oltre al Dr. Casella, ha partecipato anche il Dr. Jacopo Neri, responsabile dell’Unità Operativa di Diagnostica Senologica, che ha garantito un percorso di presa in carico tempestivo per approfondimento di eventuali situazioni sospette che dovessero verificarsi durante le visite.   image3image2

Catania, 27 giugno

Inaugurazione de “Il filo della vita”

Inaugurazione de “Il filo della vita”
Sabato 27 giugno a Catania, presso l’Hotel Villa Itria di Viagrande, è stata festeggiata la nascita dell’Associazione “Il filo della vita”, una nuova realtà costituita dalle donne che hanno attraversato il camino della malattia e che da oggi, grazie alla consulenza di un gruppo di professionisti qualificati, offriranno il sostegno necessario sostegno a chi come loro si trova ad affrontare lo stesso percorso. “Il nostro scopo è aiutare le donne malate di tumore al seno a ricostruire la capacità di progettare e gettare il cuore oltre l’ostacolo”, ha dichiarato la neo presidente Anna Patrizia Trapanese, avvocato di professione e donna determinata a dare un contributo fattivo per la realizzazione dei progetti che stanno scaturendo in sinergia con il gruppo dell’Associazione. “Il filo della vita” è nata ed opererà nella Breast Unit del Centro Catanese di Oncologia. Il Professor Francesco Caruso, direttore sanitario e primario di chirurgia senologica, ha fortemente voluto il crearsi di un’associazione all’interno della Breast Unit, non solo perché previsto dalle linee guida ministeriali ma perché convinto che sia la vera risposta ai bisogni della donna che deve affrontare il suo percorso di cura. La nuova Associazione è anche uno dei frutti derivati dalla visita di Europa Donna in Sicilia dello scorso ottobre e dal lavoro di Silvia Seno, coordinatrice delle Associazioni aderenti a EDI. Per questo Europa Donna è stata invitata a partecipare alla cerimonia inaugurale e Silvia ha potuto presentare a tutti i convenuti la missione e i programmi di Europa Donna Italia per le Associazioni del territorio e a favore dell’assistenza e del supporto della donna che affronta la malattia. Alle volontarie de “Il filo della vita” auguri di buon lavoro da tutti noi!

Milano, 25 giugno

Breast Cancer Patient Organization Forum

Breast Cancer Patient Organization Forum
Lo scorso 25 giugno, su iniziativa di Roche, si sono riunite a Milano le rappresentanti di Associazioni impegnate contro il tumore al seno provenienti da 13 Paesi, per una giornata di incontro e di aggiornamento. Europa Donna Italia, rappresentata da Rosanna D’Antona ed Elisabetta Sestini, ha partecipato a uno scambio produttivo di informazioni e idee con le altre Associazioni e ha potuto condividere con loro esperienze e competenze. È stata una bella occasione per comprendere meglio le barriere e le sfide che la nostra missione di advocacy comporta, e per esplorare le modalità più efficaci di affrontarle. Il tutto in un contesto di respiro internazionale, che ha sicuramente incentivato la nostra motivazione e rafforzato la nostra spinta ideale.

Appuntamenti scientifici

Breast Unit: il 2016 è alle porte

Breast Unit: il 2016 è alle porte
“Breast Unit: il 2016 è alle porte”: questo l’eloquente titolo del quinto convegno di aggiornamento sul tumore al seno (5th Pavia Update on Breast Cancer) che quest’anno si è svolto a Milano dal 19 al 20 giugno presso l’Auditorium Gaber del Palazzo della Regione Lombardia. Due giorni di lavoro intenso, che hanno visto i referenti di varie Regioni italiane dialogare e confrontarsi per definire piani di politica sanitaria sostenibili e in linea con le linee guida europee e le direttive ministeriali. Tra i partecipanti al dibattito anche i mass-media, in una tavola rotonda moderata dalla nostra presidente Rosanna D’Antona, e le Associazioni di volontariato, che hanno potuto formulare le loro domande e segnalare le diverse necessità emerse nel lavoro quotidiano con le pazienti. Nel suo intervento sul “Ruolo del volontariato”, Rosanna D’Antona ha evidenziato il ruolo specifico e insostituibile che le Associazioni sono chiamate a svolgere all’interno delle Breast Unit e ha presentato il programma di formazione che Europa Donna intende realizzare nei prossimi mesi a supporto delle volontarie attive nei centri di senologia.

Parma, Giugno 2015

Tesori del Gusto sostiene Europa Donna

Parmareggio, Casa Modena e Senfter sostengono Europa Donna
I tre brand della gastronomia italiana hanno voluto dare un aiuto concreto alla Onlus, attraverso la Raccolta Punti Tesori del Gusto.   E’ iniziato il 1° aprile e terminerà il 31 dicembre il concorso Tesori del Gusto, che vede coinvolti Parmareggio, Casa Modena e Senfter con le gamme dei rispettivi prodotti. All’interno delle confezioni dei prodotti coinvolti è presente un codice univoco che può essere giocato tramite sms al numero 320202543 o sul sito http://www.tesoridelgusto.it/. Con Tesori del Gusto, partecipando al concorso, è possibile vincere bellissimi premi ad estrazione, come una confezione di prodotti dei tre brand coinvolti ogni settimana, un robot da cucina Bimby ogni mese e, il super premio finale, una Fiat 500X. Collegandosi poi al sito http://www.tesoridelgusto.it/ e registrandosi, è possibile partecipare alla raccolta punti vera e propria, raccogliendo i punti per avere un regalo a scelta tra 25 fantastici premi.   E tra questi, i partecipanti a Tesori del Gusto, con un semplice gesto, hanno la possibilità di donare 5 punti della raccolta punti digitale, che diventeranno 1 euro a sostegno di Europa Donna.   Puoi scoprire di più su http://www.tesoridelgusto.it/awards.

 

Siena,  3-5 Giugno 2015

A Siena per “PrenderSI Cura”

Seminario Siena
image4Si sono tenuti il 3 e 5 giugno a Siena i seminari di sensibilizzazione e informazione sul tumore al seno organizzati da Europa Donna e ASP città di Siena. Rivolti alle lavoratrici dell’azienda, dipendenti e collaboratrici, i seminari fanno parte del progetto “PrenderSI Cura” che ha l’obiettivo di comunicare a tutte le donne l’importanza di prendersi cura della propria persona seguendo una corretta alimentazione, mantenendosi attive e controllando il proprio peso. Obiettivo altrettanto prioritario è quello di incoraggiare le donne sottoporsi a controlli regolari del seno e ad aderire ai programmi di screening. Questi temi vengono trattati con il supporto di medici e specialisti. I seminari, introdotti dalla nostra Consigliera Luigia Tauro, hanno visto la partecipazione di un numero considerevole di donne che hanno partecipato attivamente a entrambe le sessioni e hanno dato vita ad un dibattito molto animato di domande e risposte. image1_1

 image2_2

image4_4

Milano, Auditorium Gaber, 19-20 Giugno 2015

5th Pavia Update on Breast Cancer

Breast Unit: il 2016 è alle porte

L’evento si svolgerà presso l’Auditorium Gaber, Grattacielo Pirelli, Piazza Duca D’Aosta, 3 – Milano.

Il convegno sarà l’occasione per conoscere le esperienze dei percorsi senologici internazionali e per monitorare e verificare lo stato dei lavori regionali nel realizzare quanto sancito nel documento nazionale italiano.

Il convegno sarà la sede competente per iniziare a discutere della sostenibilità dei costi dell’intero percorso senologico, dello stato dell’arte della ricerca clinica nei centri di senologia, della formazione degli specialisti senologi dedicati e della comunicazione medico-paziente con particolare attenzione al ruolo fondamentale delle associazioni femminili di volontariato e dei mass-media.

www.breastcancer-pavia.it

Bologna, 28 maggio 2015

Tumore al seno e Breast Unit in Emilia Romagna

La tappa in Emilia Romagna

Grande e calorosa partecipazione al convegno “Breast Unit e tumore al seno in Emilia-Romagna” organizzato in collaborazione con l’Assessorato alle politiche per la salute.

Ecco un breve commento di Silvia Seno, coordinatrice delle Associazioni di Europa Donna Italia:

Un folto gruppo di donne ha animato ieri il nostro Convegno bolognese. Provenienti da varie parti della Regione, hanno partecipato in tantissime, con entusiasmo e determinazione, affinché giungesse forte e chiaro l’elenco delle criticità presenti sul loro territorio.

Ma è stato soprattutto un momento di festa che ha consentito l’incontro tra le varie Associazioni che ora, ancora di pù, sentono un rafforzamento del legame che le unisce.

Noi di Europa Donna auspichiamo che questo incontro possa creare un gruppo di lavoro ancora più sinergico e di collaborazione, che possa essere determinante per l’ottenimento di normative e permessi che migliorino ancora di più i tanti servizi eccellenti della Regione.

       

22 maggio 2015

Europa Donna Italia partecipa all’indagine europea sulle Breast Unit

Sondaggio di follow-up della Risoluzione del Parlamento europeo
Europa Donna Italia ha aderito alla proposta del Joint Research Centre (JRC) della Commissione Europea di partecipare a un sondaggio di follow-up della Risoluzione del Parlamento europeo del 2006 sul tumore al seno. Con questa indagine la Commissione Europea intende raccogliere l’appello del Parlamento europeo a fornire, entro l’inizio del 2016, una relazione sui progressi compiuti in ogni Paese. Europa Donna Italia ha dato il proprio contributo fornendo tutte le informazioni richieste in un apposito questionario. I risultati dell’indagine saranno presentati in una sessione dedicata della prossima European Breast Cancer Conference in programma per il 9 marzo 2016. Tutti i Paesi partecipanti, e dunque anche Europa Donna Italia, avranno l’opportunità di presentare i loro risultati oralmente e tramite poster, e potranno collaborare alla stesura del rapporto CE e di eventuali altre pubblicazioni relative a questo sondaggio.

Strasburgo, 18-21 maggio

Europa Donna appoggia una dichiarazione europea sul tumore al seno

Dichiarazione scritta sulla lotta contro il tumore al seno nell'Unione europea
Durante la sessione plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo nella settimana del 18-21 maggio, l’ufficio centrale di Europa Donna ha allestito una mostra sulla “Dichiarazione scritta sulla lotta contro il tumore al seno nell’Unione europea” numero 0017/2015, per invitare tutti i Parlamentari a sottoscriverla. La Dichiarazione, sostenuta da Europa Donna, è frutto di un’iniziativa della Parlamentare europea Nessa Childers (Irlanda) e di altri 10 Europarlamentari. Ogni forum nazionale di Europa Donna, e quindi anche Europa Donna Italia, ha provveduto con una lettera ad informare dell’iniziativa gli Europarlamentari del proprio Paese, invitandoli a sottoscrivere la Dichiarazione, che è uno strumento utile per facilitare l’applicazione delle Risoluzioni europee. Questo link al testo della dichiarazione: http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-%2f%2fEP%2f%2fNONSGML%2bWDECL%2bP8-DCL-2015-0017%2b0%2bDOC%2bPDF%2bV0%2f%2fIT  

Milano, 14  Maggio 2015

Tumore al seno e rientro al lavoro

Un'intervista a Rosanna D'Antona
A proposito di tumore al seno e rientro al lavoro vi segnaliamo l’intervista alla nostra  presidente Rosanna D’Antona Intervista Rosanna D’Antona    

Siena, 12  Maggio 2015

prenderSI cura

Un progetto Europa Donna Italia e ASP città di Siena
Urban Knitting20150512_092426669_iOS“il 12 maggio la nostra Consigliera Luigia Tauro ha fatto partire “prenderSI cura”, un progetto congiunto di Europa Donna Italia e ASP città di Siena, che coinvolgerà a 360° gli stakeholder di ASP (lavoratrici, ospiti e comunità locale) e che ha come obiettivo quello di sensibilizzare e diffondere la cultura della prevenzione del tumore al seno nella più ampia fascia di donne. Per il primo elemento del progetto, 30 ospiti delle residenze ASP hanno accettato di creare quadrati di maglia in tutte le sfumature del rosa, che saranno donati all’associazione IoSempreDonna onlus, che da molti anni – ad ottobre – arreda di rosa la città di Chianciano Terme per ricordare a tutte le donne che la prevenzione può salvare la vita.”      

Milano, 10 Maggio 2015

Efficacia dello screening mammografico

Una dichiarazione di Europa Donna
“Gravi e pericolose le dichiarazioni di Beppe Grillo, se siamo qui a parlare di come vincere il cancro é perché esiste la mammografia. Noi ci siamo e siamo tante, migliaia di donne guarite perché abbiamo scoperto il cancro in tempo. Lo screening mammografico è lo strumento più efficace in termini di vite salvate, l’unica arma che permette di affrontare per tempo la malattia e di vincerla”. Lo afferma Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna, il movimento che da 20 anni opera in più di 45 Paesi europei e che collabora con le Istituzioni italiane per far approvare leggi che diano un accesso sempre più facilitato alle donne per la diagnosi precoce. Tra i consiglieri di Europa Donna c’è anche Cinzia Sasso Pisapia, moglie del sindaco di Milano, che nel 2009 ha scoperto grazie alla mammografia di essere malata di cancro al seno, e oggi è guarita ed è attiva nel Movimento per informare le altre donne. “Da oltre quarant’anni risultati di studi scientifici nazionali e internazionali hanno dimostrato una riduzione della mortalità nelle donne sottoposte a screening mammografico – afferma il Prof. Corrado Tinterri, attuale coordinatore del Comitato Scientifico di Europa Donna Italia – il fatto che la Comunità Europea richieda la diffusione di programmi di screening sottolinea la necessità e l’importanza di questo strumento diagnostico di prevenzione secondaria del tumore al seno nella popolazione femminile”.    

Reggio Emilia, 8 maggio

CONVEGNO NAZIONALE GISMA

Il Convegno nazionale del Gruppo Italiano Screening Mammografico
Il Convegno nazionale del Gruppo Italiano Screening Mammografico, tradizionale appuntamento scientifico a cui Europa Donna è sempre invitata ad intervenire in rappresentanza delle Associazioni pazienti, si è svolto quest’anno a Reggio Emilia dal 7 all’8 maggio. La relazione di Rosanna D’Antona Presidente EDI, si è svolta nel contesto della sessione intitolata “Il futuro degli screening: dalle politiche, agli strumenti, ai compagni di strada – Una simbiosi più serrata è possibile?”. Europa Donna Italia si considera senz’altro “compagna di strada” di Gisma, perché condivide il suo obiettivo di una sempre più capillare diffusione della prevenzione presso la popolazione femminile del nostro Paese. E di un’informazione sempre più puntuale e chiara alle donne sul valore aggiunto di partecipare fin da subito e con costanza allo screening: poter individuare sempre più precocemente eventuali lesioni, quando sono ancora di piccole dimensioni, per essere curate meglio e guarire di più.  

Berlino, 28-30 aprile

2nd EU/AfME Breast Cancer Patient Expert Meeting

La seconda edizione del meeting sul tumore metastatico
La seconda edizione del meeting sul tumore metastatico organizzato dall’azienda farmaceutica Pfizer si è svolto a Berlino dal 28 al 30 aprile. Per Europa Donna Italia ha partecipato Barbara Bragato, una delle cinque autrici del blog “Vivere, lottare, sorridere” (http://lottare-vivere-sorridere-d.blogautore.repubblica.it/). In continuità con il precedente appuntamento di novembre, il tema centrale delle tre giornate di lavoro è stata la comunicazione medico-paziente e la creazione di una banca di informazioni on line e cartacea per le donne affette da tumore avanzato.  

Modena, Giovedì 14, Venerdì 15 – Sala Leonelli – Camera di Commercio

 “Prevenire i tumori passando per la buona cucina”

Una giornata per discutere di alimentazione
Si rivolge alla popolazione intera e a tutta la cittadinanza interessata a conoscere le ultime evidenze scientifiche in tema di alimentazione e tumori il convegno “Prevenire i tumori passando per la buona cucina”, che attraverso quattro sessioni scientifiche si focalizzerà sui complessi meccanismi alla base dell’insorgenza dei tumori, sulle strategie di prevenzione primaria e secondaria, sulla dimostrazione scientifica e pratica di come il tutto passi attraverso la tavola: il cibo che scegliamo di consumare, in che modo, con chi, con quale stato d’animo. Alle sessioni scientifiche il convegno abbinerà infatti anche lo show cooking a cura di celebri chef del territorio modenese che insieme dimostreranno come cucinare rispettando le “regole” emerse nella due giorni.
Presidenti del convegno organizzato da Esprit srl sono il prof. Giovanni Tazzioli responsabile della Struttura di Chirurgia Oncologica e Senologica e del Punto Amico Percorso Senologico presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena, insieme al prof. David Khayat presidente dell’Istituto Nazionale dei Tumori francese, direttore del dipartimento di Oncologia all’ospedale Salpêtrière di Parigi e autore del libro La vera dieta anticancro (ed. Mondadori).
L’iniziativa è gratuita ed aperta a un pubblico specializzato di medici, farmacisti, psicologi, biologi, dietisti, infermieri, terapisti (per i quali è previsto accreditamento ECM).
L’iniziativa è sostenuta da BPER.
Con il patrocinio di: Expo Milano 2015, Comune e Provincia di Modena, Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio-Emilia, Lilt, Il Cesto di Ciliegie, Regione Emilia-Romagna, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena Policlinico, Susan G.Komen Italia, Modenamoremio, Europa Donna. 
In collaborazione con: Osteria La Fefa, Casalgrande Padana, Bayer Health Care, Coldiretti, Lapam Confartigianato Imprese, Bard, Freeland. Arch. L. Dignatici, Soroptimist Club di Modena, 

Milano, 10 aprile 2015

Assemblea Generale di Europa Donna Italia

Una giornata intensa, alla presenza di tante esponenti di 22 Associazioni provenienti da tutta Italia
Il 10 aprile a Milano si è svolta l’Assemblea generale di Europa Donna Italia, e anche quest’anno siamo stati ospiti di Manpower Group, che ci ha messo a disposizione oltre alla sala riunioni e allo spazio per il breakfast anche la bellissima terrazza, dove è stato allestito il pranzo a buffet sotto uno splendido cielo primaverile. Una giornata intensa, alla presenza di tante esponenti di 22 Associazioni provenienti da tutta Italia, durante la quale Loredana Pau, dell’Associazione Cuore di Donna, ha ricevuto la nomina a membro del Consiglio Direttivo. Congratulazioni, Loredana! L’approfondimento scientifico è stato affidato alla Dottoressa Giovanna Beretta, Direttore della Medicina Riabilitativa e Neuroriabilitazione dell’Ospedale Niguarda a Milano, che ha illustrato le varie fasi del corretto percorso di riabilitazione della paziente operata. Un aggiornamento sulle attività del gruppo di lavoro sul tumore al seno metastatico ci è stato offerto dalla coordinatrice e consigliera Francesca Balena, mentre Ilaria Vacca, del neonato gruppo di lavoro sulle giovani donne ad alto rischio, ha presentato il programma della nuova associazione “Abracadabra”. Al pomeriggio, sotto la guida della psicologa Roberta Bottarelli, si è svolta la prima tappa del “Percorso rosa”, un ciclo di incontri di formazione dedicati alle Associazioni per supportarle nell’interazione con i medici e consolidare la consapevolezza del proprio ruolo all’interno delle unità di senologia. Un momento di scambio e di confronto, tra volontarie, pazienti e medici che ha fornito le basi per i prossimi appuntamenti dell’anno.    

Milano, marzo 2015

Nasce aBRCAdabra, per dare voce alle donne con una mutazione Brca

Il primo gruppo di lavoro nazionale delle portatrici di una mutazione che predispone al tumore al seno e alle ovaie
Parte da un piccolo gruppo su Facebook aBRCAdabra, il primo gruppo di lavoro nazionale che riunisce le portatrici di una mutazione che predispone al tumore al seno e alle ovaie. Nato sotto l’egida di Europa Donna Italia e mosso dalla volontà di Alberta Ferrari, chirurga senologa del Policlinico San Matteo di Pavia, il gruppo di lavoro si propone di rispondere alle esigenze di percorsi medici speciali, ma anche di comprensione ed empatia, propri di queste giovani donne con un’alta familiarità. Il nostro partner Salute Seno ci racconta chi sono queste donne portatrici di mutazione Brca e cosa chiedono.  

Milano, 04 marzo 2015

Seminario con Mediobanca

Sensibilizzare all’attività fisica: una costante nella nostra vita
Si è concluso il 4 marzo il ciclo di incontri su prevenzione e benessere organizzati per Mediobanca. Tema dell’ultimo appuntamento: l’attività fisica. Gli ospiti presenti hanno dato vita a una sessione molto dinamica ed interessante e sono stati indicati degli spunti su come rendere “attiva” la nostra vita. Sono intervenuti il Prof. Antonio La Torre dell’Università degli Studi di Milano, il giornalista ed editorialista della Gazzetta dello Sport Dott. Franco Arturi e la leggenda del rugby mondiale Diego Dominguez. I relatori hanno illustrato da diversi punti di vista i benefici di una vita attiva. Una sessione animata di domande e risposte ha concluso l’incontro.

Roma, 28 febbraio 2015

Con Centrale Etica per approfondire il fundraising

Tema del primo momento formativo 2015: il fund raising
Ogni anno Europa Donna Italia organizza dei momenti formativi dedicati alle proprie associazioni. A Roma, il 28 febbraio abbiamo affrontato il tema della ricerca dei fondi. Ventuno associazioni hanno preso parte alla giornata di formazione realizzata in collaborazione con Centrale Etica. Nel corso dell’appuntamento sono stati affrontati i temi – spesso molto complessi – che stanno alla base dell’attività di raccolta fondi, le diverse chiavi di lettura utili a decodificare questa attività e analizzate nel dettaglio le tre tipologie di attività finalizzate alla raccolta fondi: Il fund raising vero e proprio Il marketing per il non profit Le collaborazioni e i progetti mirati Infine, sono state analizzate le varie fasi dell’attività di fund raising: il prima, il durante e il dopo.

Milano, Febbraio 2015

Newsletter di Europa Donna Italia

Lavori in corso: queste poche parole esprimono in sintesi ma efficacemente la nostra attività in questo mese di febbraio
Prosegue la collaborazione con le associazioni sul territorio, delle quali ben 62 fanno ora parte della nostra rete Stiamo ultimando il Report delle attività 2014 ed il Programma delle attività 2015, che presto potrete leggere su questo sito Proseguono le iniziative con le Istituzioni e la Comunità Scientifica Ecco i dettagli  

Roma, 23 dicembre 2014

Europa Donna selezionata da AGENAS per collaborazione istituzionale con l’Agenzia

Importante riconoscimento per il nostro lavoro
Europa Donna Italia è stata selezionata da AGENAS, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, tra le Associazioni e/o movimenti dei cittadini dotati dei requisiti necessari per instaurare una collaborazione istituzionale con l’Agenzia. In questo ambito verrà concluso un Accordo quadro per definire i termini della collaborazione tra Agenas ed Europa Donna Italia in merito al progetto di implementazione delle reti regionali dei centri di senologia. Nel suo impegno di sensibilizzazione delle Istituzioni per le Breast Unit, Europa Donna Italia può da oggi contare sul supporto di un nuovo alleato autorevole ed influente.

Roma, 18 dicembre 2014

La Conferenza Stato Regioni approva il regolamento sulle Breast Unit

Importante traguardo per la normativa nazionale sulle Breast Unit
Il percorso in preparazione alla scadenza del 2016, quando anche l’Italia in linea con le raccomandazioni europee dovrà essere dotata di una rete di centri di senologia multidisciplinari –Breast Unit – nel 2014 ha compiuto quattro tappe importanti, anche grazie al contributo di Europa Donna Italia: Roma, 5 agosto –  La Conferenza Stato Regioni approva il «Regolamento che definisce gli standard relativi all’assistenza ospedaliera», sollecita la presa in carico multidisciplinare delle pazienti con tumore al seno attraverso le Breast Unit e definisce le modalità organizzative ed assistenziali della rete dei centri di senologia come descritte nel documento elaborato dal gruppo di lavoro composto da rappresentanti del Ministero della Salute, Regioni, PA ed esperti di Agenas e di Senonetwork, con la collaborazione di Europa Donna Italia. Il Regolamento viene incluso nel Patto della Salute 2014-16. Roma, 13 novembre – Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin firma il documento che regolamenta le Breast Unit in Italia e lo invia alla conferenza Stato Regioni per definitiva approvazione. Roma, 18 dicembre – La Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie Autonome di Trento e Bolzano sancisce l’intesa tra Governo, Regioni e Province Autonome sul documento recante le “Linee di indirizzo sulle modalità organizzative ed assistenziali della rete dei centri di senologia”. Roma, 19 dicembre – In occasione del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, presso l’Auditorium del Ministero della Salute si svolge una conferenza dal titolo “Awareness and Commitment for Breast Cancer in the Health System”, organizzata dalla Direzione Generale della Programmazione Sanitaria. Il Regolamento italiano sulle Breast Unit  viene presentato ufficialmente ai rappresentanti della Commissione EU, ad esperti di Paesi membri UE e dell’OMS e alle Associazioni di pazienti. La Presidente di Europa Donna Italia, Rosanna D’Antona è tra i moderatori dell’incontro.

Milano, 24 Novembre 2014

Università degli Studi e IEO “Uniti per i pazienti”

Interviene Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia
  “Uniti per i Pazienti” è il titolo del convegno che si è svolto il 24 novembre a Milano, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi, per celebrare due importanti anniversari: i 90 anni dell’Ateneo milanese e i 20 anni dell’Istituto Europeo di Oncologia. Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia, è intervenuta portando la propria testimonianza di prima paziente dello IEO, insieme a quella di tante donne che attraverso lettere, racconti, post sulla rete e composizioni letterarie intense e toccanti hanno voluto raccontare la loro esperienza della malattia.

Firenze, 24 Ottobre 2014

Conferenza di consenso “Dalle Breast Unit alle Prostate Cancer Unit: quando le donne aprono la strada”

Regione Toscana, ISPO e le associazioni Europa Donna Italia ed Europa Uomo Italia Onlus siglano una dichiarazione di intenti
per formalizzare il comune impegno per l’umanizzazione e la personalizzazione delle cure e dei percorsi di assistenza ai pazienti oncologici.

Catania, 2 Ottobre 2014

Convegno “Tumore al seno e Breat Unit in Sicilia”

Un evento pubblico con e per le donne, in dialogo con le Istituzioni e la Comunità Scientifica
  Un evento pubblico con e per le donne, in dialogo con le Istituzioni e la Comunità Scientifica, per fare il punto sulla prevenzione e la qualità della cura del tumore al seno in Sicilia e per chiedere risposte concrete sui diritti che l’Europa già ci indica. Prima tappa del percorso di sensibilizzazione e confronto con gli interlocutori di tutte le Regioni per promuovere le Breast Unit su tutto il territorio nazionale, conformemente al Regolamento ministeriale recentemente approvato dalla Conferenza Stato-Regioni. Tra le 200 partecipanti, le delegate di 14 Associazioni del territorio, i medici e i rappresentanti regionali dell’assessorato alla salute si è instaurato un dialogo aperto e costruttivo che pone le basi per una concreta ed efficace collaborazione.

Milano, 15 Settembre 2014

Workshop sul tumore al seno

Stefania Migliuolo, portavoce di Europa Donna Italia, è intervenuta descrivendo il ruolo delle pazienti nei processi decisionali della sanità.
Motore Sanità, un network che mette in comunicazione i vari attori della Sanità italiana per discutere di innovazione, ha organizzato con il patrocinio di Regione Lombardia, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Federsanità Anci e FederAnziani, un workshop sul tumore al seno. Alcuni esperti scientifici e amministrativi si sono confrontati sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (Pdta), sui farmaci innovativi, sull’appropriatezza diagnostica e in particolare sulle best practices nell’istituzione delle Breast Unit regionali. Stefania Migliuolo, portavoce di Europa Donna Italia, è intervenuta descrivendo il ruolo delle pazienti nei processi decisionali della sanità. Un’occasione importante per dialogare con i rappresentanti di altre Regioni –Emilia-Romagna, Piemonte, Toscana e Veneto – che già si stanno organizzando per arrivare preparate alla scadenza del 2016.

Milano, 3 Luglio 2014

Steering Committee della Rete Oncologica Lombarda

Per realizzare ed espandere una solida “community” clinico scientifica per il miglioramento della qualità di cura
    Presso la sala Gonfalone di Palazzo Pirelli, via Fabio Filzi 22, Milano, si è svolta la riunione dello Steering Committee della Rete Oncologica Lombarda (ROL), a cui ha partecipato Stefania Migliuolo, in rappresentanza di Europa Donna Italia. L’obiettivo dei lavori è realizzare ed espandere una solida “community” clinico scientifica costituita da tutti i clinici e ricercatori coinvolti in rete per il miglioramento della qualità di cura.    

Milano, 17 Giugno 2014

Convegno – Tumore Al Seno, il Ruolo del Volontariato

20 anni di Europa Donna: cosa chiedono le donne
    L’evento organizzato a Milano il 17 giugno presso l’Auditorium Giorgio Gaber del Palazzo Pirelli per i 20 anni di Europa Donna, con il patrocinio della Regione Lombardia e il sostegno della Fondazione Veronesi, ha registrato un grande successo di pubblico e di media. Una giornata dedicata all’ascolto degli esperti, che ci hanno aiutato a fare il punto sulla situazione della prevenzione e della cura. Una giornata di festa per ritrovarci tutte, in centinaia, a dare testimonianza del nostro impegno. E soprattutto una giornata per chiedere – anche con il gesto simbolico di indossare tutte una parrucca rosa – ai decisori delle politiche nazionali e del territorio, di accelerare l’implementazione delle Breast Unit, perché il 2016 è ormai alle porte e tutte le donne italiane hanno il diritto di venire curate secondo gli standard di qualità raccomandati dall’Unione europea.

Glasgow, 19 marzo 2014

L’indagine di Europa Donna Italia presentata alla 9a Conferenza Europea sul Tumore al Seno

Europa Donna ha presentato un poster dedicato ai bisogni delle donne con tumore al seno metastatico
Dal 19 al 21 marzo si è svolta a Glasgow la nona edizione della Conferenza Europea sul Tumore al Seno, il più importante appuntamento scientifico di aggiornamento e confronto sulla malattia dell’area europea. Presenti anche le 46 delegazioni nazionali di Europa Donna. Per la sessione “Education and Advocacy” è stato scelto ed esposto un poster realizzato da Europa Donna Italia, che presenta i risultati di un’indagine sui bisogni delle donne con tumore al seno metastatico.

Milano, 04 marzo 2014

La prevenzione del tumore al seno sul portale MSN

Lo spazio prevenzione all'interno della sezione Salute e Benessere, ospita articoli su temi suggeriti da Europa Donna
Avviata a marzo una collaborazione tra Europa Donna Italia e MSN, un portale di informazione e attualità che registra in media ogni giorno circa 2 milioni di utenti unici e circa 12 milioni di pagine viste. Europa Donna Italia fornisce una consulenza sui temi inerenti la prevenzione del tumore al seno per l’area Salute e Benessere, con un’audience composta per il 40% da persone da 26 ai 55 anni, per la maggior parte donne. Sul portale verranno pubblicati articoli sulla prevenzione, segnalazioni di eventi, news sui temi della ricerca, delle politiche sanitarie e della gestione della malattia. Altri articoli saranno dedicati alla storia e alla missione di Europa Donna.

Milano, 03 marzo 2014

Europa Donna Italia è su FIMMG Notizie

Un banner con il logo di Europa Donna Italia è stabilmente presente sul sito web del notiziaario della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale
Nell’ambito della collaborazione con La Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, dal 3 marzo un banner con il logo di Europa Donna Italia è stabilmente presente su FIMMG Notizie, il sito web del notiziario della Federazione. Cliccando sul logo, i lettori iscritti possono accedere direttamente alla homepage di EDI. Inoltre il sito pubblicherà regolarmente articoli di aggiornamento sui programmi e le iniziative di Europa Donna Italia, che verranno così diffusi alla comunità dei medici di famiglia, preziosi alleati della donna nella prevenzione e nella lotta del tumore al seno.

Milano, 27 Febbraio 2014

Europa Donna Italia e Italcert

Europa Donna Italia è invitata dall’Ente di Certificazione Italcert
  a far parte del Comitato di Salvaguardia dell’Imparzialità nel processo di Certificazione dei Breast Centres per attestare la conformità dei Centri di Senologia alle Linee Guida EUSOMA

Milano, 26 febbraio 2014

Tumore al seno e tutela delle lavoratrici

Al via un'indagine di Europa Donna Italia sulla situazione lavorativa delle donne colpite dalla malattia
Europa Donna Italia, con la collaborazione di EuroMedia Research, ha avviato un’indagine con l’obiettivo di delineare un quadro completo relativo al rapporto tra l’azienda e la lavoratrice colpita da tumore al seno durante la cura e al rientro al lavoro dopo la malattia, attraverso un’indagine sia dal punto di vista delle lavoratrici sia dal punto di vista delle aziende. La ricerca si propone da un lato di raccogliere elementi conoscitivi che possano tracciare una fotografia del contesto attuale (comprensiva delle percezioni, delle problematiche e delle difficoltà riscontrate nella fase dell’assenza per malattia e nel successivo rientro al lavoro). Dall’altro di delineare le leve su cui impostare una campagna di comunicazione al fine di garantire alle donne lavoratrici tutte le informazioni necessarie per affrontare questa fase.

Milano, 06 febbraio 2014

I percorsi in oncologia: dalla teoria alla misura – I tumori della mammella

Convegno organizzato da Regione Lombardia con la partecipazione di Europa Donna
Al convegno sono stati presentati i risultati di un progetto innovativo, finanziato da Regione Lombardia, per valutare i percorsi di cura in termini di piani diagnostico-terapeutici. Un modello utile per capire quale è il reale percorso della paziente, quali gli elementi che vanno evidenziati, come vanno valutati e interpretati, verso quali obiettivi bisogna indirizzare la valutazione, quali attori si debbano coinvolgere, e così via. Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia, ha tenuto una relazione su “Il punto di vista della paziente”.